Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 275 -


186. A SUOR MARIA VINCENZA GIANNASTASIO, NEL MONASTERO DELLA SS. ANNUNZIATA, ALLA CAVA.

Le dice come debba comportarsi nelle persecuzioni, qual confessore si debba eleggere, e le dà altri avvisi.

 

Viva Gesù, Maria, Giuseppe e Teresa!

 

NOCERA, 8 GENNAIO [1755?]

 

Ho ricevuto la limosina per le 14 messe, e li due canestri di robe: vi ringrazio. Per carità, non tanti regali! Quei che voglio da voi è che vi facciate santa.

Le persecuzioni presenti, amatele. Mi piacciono più queste, che se faceste miracoli.

"Raccomandate sempre specialmente a Gesù Cristo quelle che più vi perseguitano, e servitele quando potete; almeno fate

 


- 276 -


la buona faccia, salutatele con affetto, ma senza affettazione, ditene bene con tutti; e quando scappate a qualche cosa contra la mansuetudine, subito pentitevene e rimettetevi in pace.

Il consiglio del P. Stasio è buono, ma non è buono per voi. Meglio è che pensiate alle misericordie che v'ha usate Dio, ed all'amore immenso e tenero che porta Gesù Cristo ad un'anima amante e fedele, ma fedele anche nelle oscurità e nelle cose contrarie al senso. Il Signore vi tira per via dell'amore, e per questa avete voi da camminare, e quella mi pare che sia per tutti la più sicura, e che lega l'anime con Dio, e fortezza e perseveranza. Quis me separabit à charitate Christi?

Ho parlato con Monsignore [di Cava] circa il confessore. Abbiate pazienza; fate come io vi dico. Io sono lontano e posso poco assistervi. Pigliatevi D. Pietro Galise, e ditegli tutto ciò che io vi ho detto, e vedrete che D. Pietro non si scosterà dalla mia direzione, parlando circa le cose principali. Del resto, circa le cose meno principali ed accidentali, come lasciar la comunione o le mortificazioni per certi tempi, in ciò dovete sempre regolarvi con lui. Abbiate pazienza. Fate così; cercatelo a Monsignore, perché Monsignore ve lo farà venire.

Se poi D. Pietro vi dirà cose che siano in tutto contrarie a quelle dette da me, allora poi ce l'intenderemo insieme. Ma frattanto fate l'ubbidienza; cominciate così, e da quando in quando scrivetemi, e vediamo come va la barca. Io non lascerò d'assistervi, come meglio conviene. Pensate, all'ultimo, che Dio v'ha da far santa, non i confessori.

Raccomandatemi a Gesù e Maria. Viva Gesù e Maria!

 

Di V. R.

Umo servo

ALFONSO DE LIGUORI del SS. Redentore.

 

Conforme ad una antica copia.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos