Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 354 -


257. AL P. D. GASPARO CAIONE.

Sollecitudine del Santo per la regolare osservanza.

 

Viva Gesù, Maria, Giuseppe e Teresa!

 

NOCERA, 6 AGOSTO [1756].

 

Ricevo la vostra circa l'esaminatore ecc. Mi dice il P. Ferrara che ciò è per una so]a volta, cioè per fare l'arciprete d'Andretta.1 Ora basta. Quando avrete la notizia e lettera formale dell'arcivescovo [di Conza], procurate con bel modo, prima di ringraziarlo, e poi di scusarvi con dire che ciò, per accettarlo, avete bisogno di scriverlo a me, e di ottenere la dispensa, essendo ciò proibito dalla nostra Costituzione. Che se poi vi applettasse [sollecitasse] ad accettare, ed in ogni conto la volesse spuntare, giacché si tratta d'una sola volta, per questa sola volta io dispenso. Dite da parte mia al P. Leo, che si levi da capo di far venir da Francia il Tournely.2 Viva Gesù, Maria, Giuseppe e Teresa!

 

Fratello ALFONSO del SS. Redentore.

 

Conforme ad una antica copia.

 




1 Mgr Giuseppe Nicolai voleva che il P. Caione fosse intervenuto come esaminatore nel concorso per l'arcipretura di Andretta.



2 Il P. D. Francesco de Leo insegnava allora la filosofia, e dovendo, il corso di filosofia terminato, insegnare agli stessi studenti la teologia, sperava di poter procurarsi dalla Francia un numero sufficiente di copie della teologia di Tournely. Non furono defraudate le sue speranze, ma i libri vennero, alla preghiera di Alfonso, per mezzo di Giuseppe Remondini di Venezia, siccome consta di una lettera del Santo scritta a quel tipografo il 14 marzo 1757.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos