Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 378 -


282. A SUOR MARIA DI GESÙ', IN RIPACANDIDA.1 

L'esorta alla pazienza e le dà vari avvisi.

 

Viva Gesù, Maria, Giuseppe e Teresa!

 

NOCERA, 22 LUGLIO [1757].

 

Ho ricevuto la vostra del 4 di luglio, con quella del marchese Brancone.

Quanto mi è piaciuto sentire che al presente siete suddita, per bene del vostro spirito! E più mi consolo dei timori che vi crocifiggono e vi fanno agonizzare. Se non li aveste, io tremerei di voi che non foste di Gesù Cristo, mentre Gesù Cristo tratta l'anime sue dilette come ha trattato sé stesso. O bel camminare, il camminare per via della croce, accompagnando il Redentore! Via sicura che non può fallire!

Tanto vi ringrazio della memoria che avete di me. Vi prego seguitare a farlo sempre, specialmente ora che, stando più disoccupata, avete più tempo di starvene sola con Gesù Cristo.

A Suor Maria Celeste non scrivo a parte, ma scrivo a V. R. che sa tutto. Le dica che non conviene dire a Monsignore [Teodoro Basta], che non vuole la sua direzione e prendere      altro direttore; che seguiti ad andarci con indifferenza, e circa la direzione si consigli con V. R.


- 379 -


Vi mando la figura di Fr. Gerardo, di quelle che mi ha mandate D. Benedetto;1 ché egli l'ha fatto stampare. Viva Gesù, Maria, Giuseppe e Teresa!

                    Umo servo

                    ALFONSO DE LIGUORI del SS. Redentore.

 

                    Conforme ad una antica copia.

 




1 Dopo un anno di governo, la santa monaca ebbe la consolazione di esser di bel nuovo scaricata dal suo officio di Priora.

1 Essendo morto, a' 15 ottobre del 1755, il Ven. Gerardo Maria Maiella, il P. Caione ne fece fare il ritratto. D. Benedetto Grazioli di Atella, il quale aveva una grandissima stima pel defonto Fratello, volle se ne facessero molte copie a stampa, a proprie spese. Una di queste immagini mandò il Santo a Suor Maria di Gesù, colla quale il Ven. Fratello era stato unito in santa amicizia, ed in presenza di cui ebbe un giorno una maravigliosa estasi, conforme si legge nella Vita di lui.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos