Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 409 -


305. AL MEDESIMO.

Varie comunicazioni ed avvisi spettanti alla comunità di Caposele.

 

Viva Gesù, Giuseppe e Maria!

 

NOCERA, 13 DICEMBRE 1758.

 

In quanto alle missioni, la vostra presenza è più necessaria in casa che in missione: onde si regoli; ma quanto meno presentemente, in queste circostanze, potrà uscire, io l'avrò più a caro.

Per lo P. [D. Ignazio] Fiore, se non tiene ventinove anni finiti almeno, non posso accordare la licenza per confessar donne. Ma perché altri ecc.? Questo sarebbe un conto troppo lungo, e così non occorre parlarne.

In quanto alla quartana del P. [D. Domenico] Caputo, fatevi venire la ricetta da D. Domenico Antonio Cappuccio, dell'acquavite sflemmata [mescolata] colla china, ch'è un rimedio grande e sanò subito il P. Landi; ma, se non erro, hanno da passare dieci parossismi della febbre.

Ricevo i dieci ducati. Qui stiamo con liti e pillotani [impicci]. Il Signore ci sta visitando.

Il P. Fiore, facilmente, avrà da tornare a Ciorani a far l'umanità; benché voglio vedere di scansarlo quanto si può. E come dice P. Margotta, non sarà difficile che V. R. avrà da venire a far gli esercizî al clero della Cava, nella penultima settimana avanti Settuagesima, cominciando il martedì. Benedico tutti.

Il Fratello sartore non è venuto più, e qui lo stanno aspettando.

Il P. Brescia,1 che si pigliò costì il P. Leo, dicendo che l'avesse mandato a pigliare a spese di Caposele, costa cinque carlini e mezzo: onde bisogna che li mandate.


- 410 -


Per Fr. Nigro, non mi rispondete niente. Che avete concluso? Replico: se esso non rinunzia tutta la porzione a' suoi parenti, io non posso farlo ordinare a Benevento. Bisogna che rinunzi a tutto; sicché gli attori non abbiano da lui più che pretendere. Vedete di concludere presto.

Sento che avete pigliato ora di più S. Bonaventura,1 che forse pure starà più di 20 ducati. Abbiate pazienza: per ora, quando sono spese notabili di libri, ne voglio stare inteso io; così ho scritto anche alle altre case.

Viva Gesù, Maria, Giuseppe e Teresa!

 

Fratello ALFONSO del SS. Redentore.

 

Conforme all'originale che si conserva nella famiglia Orlando, in Torre Annunziata.

 




1 Un'opera del P. Fortunato da Brescia.

1 Cioè le opere di S. Bonaventura.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos