Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 415 -


311. AL P. D. ANTONIO TANNOIA, RETTORE DELLA CASA D'ILICETO E MAESTRO DE' NOVIZI.

Determina il tempo per una missione.

 

Viva Gesù, Giuseppe e Maria!

 

NOCERA, 12 APRILE 1759.

 

(Leggete all'ultimo.)

 

Queste missioni grandi, per cui ci bisognano più conversazioni, si hanno d'avvisare prima e si devono appuntare, non una, ma più volte.

signore, prima delle missioni dell'inverno passato, mi fu avvisata la missione d'Ariano; ma io risposi che a Pasqua se ne parlava, e dissi ancora che, se a questa missione non ci era aiuto di chi facesse le spese, non potea farsi.


- 416 -


Dopo, non ho avuto altro avviso da nessuno e neppure lettere dal vescovo: onde credeva che già non si facesse più, ed ho appuntate altre missioni. Ora sento tutto insieme che si fa, e che si è appuntata subito dopo Pasqua.

Per ora non vi posso mandare aiuto, perché si sono appuntate due missioni, e specialmente quella del Mercato S. Severino, ch'è missione grande. Al più potrei mandarvi aiuto, quando la missione d'Ariano cominciasse il sabato, non alli 21, ma alli 28 di questo [mese].

Onde così restiamo: comincerete la missione alli 28, ed io, dentro la missione d'Ariano, vi manderò aiuto; e così restiamo.

Se poi pensaste cominciare la missione dopo detto tempo, bisogna che mi mandate nuovo avviso per regolarmi. Frattanto potete appuntare una o più missioncelle, acciocché non si perda tempo.

Quando si comincia la missione ad Ariano, sarebbe bene, due o tre giorni appresso, cominciare anche gli esercizî alle monache, giacché non sono più che due [monasteri].

Avvisatemi che cosa ha fatto il P. Fiocchi con Maffei, se l'ha accordato.1

Noi stiamo da capo colla guerra col barone Sarnelli.2 Circa le altre cose vi scriverà il P. Ferrara.

Benedico tutti.

Fra 15 giorni, potete mandare a pigliarvi gli altri libri, che ho promessi in conto de' vestiari. Ma avvisate quanti libri avevate avuti a conto mio.

Dopo la missione, il P. Garzilli passerà in Caposele e 'l P. Nittoli verrà in Iliceto.

Vi benedico.

 

Fratello ALFONSO del SS. Redentore.


- 417 -


[P. S.] Avendo fatta più riflessione, ho pensato meglio che, acciocché non perdiate questo tempo sino alli 28 del corrente, potete già cominciare la missione d'Ariano, come avete scritto, a sabato di Pasqua alli 21, perché io farò cominciare qui la missione piccola la seconda festa di Pasqua, acciocché subito, finita questa, possano [i Padri] venire ad Ariano.

State coll'intesa che vi manderò, tra gli altri, il P. [Stefano] Liguori ed il P. [Carlo] Gaiano, acciocché questi vi possano aiutare per gli esercizî alle monache o a' preti. Ma avete d'aspettare che vengano; perché non potranno venire prima del martedì o mercoledì dopo la domenica in Albis, che sarebbe alli 24 o 25.

 

Conforme all'originale che si conserva nell'archivio dei nostro collegio di Pagani.




1 Francesco Antonio Maffei, uomo prepotente in Iliceto, cominciò fin d'allora a molestare la nostra Congregazione.



2 Il Sarnelli, dopo aver stipolato il dì 7 dicembre l'atto (di cui si è parlato nella lettera CCLIX, pag. 356) col quale ratificava la donazione fatta da suo fratello, e cedeva ogni sua pretenzione, cominciò di nuovo a molestare i Congregati, muovendo loro liti e molestie per altri molti anni.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos