Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 510 -


406. A SUO FRATELLO D. ERCOLE DE' LIGUORI.

Gli esprime le ragioni onde è mosso a smettere la carrozza.

 

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

 

SANT'AGATA, 28 NOVEMBRE 1763.

 

Questa vostra specie per la carrozza, vi dico che è certa tentazione del demonio, per inquietare voi e me.

Io mi consiglio nelle cose dubbie; ma non già nelle cose certe, e tengo per certo che Dio non vuole che io tenga questa spesa inutile per me, essendo che io rare volte esco in tempo di estate, perché negli altri tempi non esco mai o rarissime volte; e quando mi bisognerà di uscire, li danari mi faranno trovare carrozza e cavalli; ma allora mi basteranno venti o trenta ducati.

Io sono vecchio col piede nella fossa, sono carico di debiti, avrei da fare molte spese necessarie per la gloria di Dio, e mi sento morire di non poterle fare, perché bisogna prima levarmi i debiti che tengo con voi e col seminario. E così vi prego a non inquietarmi più sopra questo affare, perché altrimenti io più non vi risponderò.


- 511 -


Io speravo che la mia prima lettera vi avesse posto in pace. Già sapete che io, quando fo qualche risoluzione dopo averla considerata, non mi rimuovo più; onde vi prego a non inquietarmi più su questo affare.

Se poi non mi volete fare il piacere di trovare quando è tempo (perché le mule e la carrozza non le vorrei buttare) di trovare, dico, a vendermi le mule e la carrozza, ne darò l'incombenza ad altri, e finalmente le darò a quanto ne trovo.

Questa vostra lettera mi ha dato disgusto. Io non mi fido di sopportare la pena di vedere, quasi tutto l'anno, stare le mule a spasso entro la stalla e il cocchiero entro la taverna, e li poveri che gridano pietà, e non ho che dargli.

Se Monsignor Testa sentisse me, mi darebbe ragione anch'egli; ma gli avrei da dir tutto.

V'abbraccio ecc.

 

Conforme all'edizione romana.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos