Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 524 -


420. AL MEDESIMO,

Nuovi consigli per salvare la vocazione del Melchionna.

 

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

 

SANT'AGATA, 6 MARZO 1764.

 

Don Fabrizio mio, V. R. con tante accoglienze fatte a Melchionna e con dargli tanta libertà di trattare, gli ha fatto gran torto.

Io ho avuto più lettere di fuoco, e specialmente del P. Margotta e Villani, e lo stesso dice il P. Caione.1 Dicono: che segno ora il P. Melchionna di pentimento e di umiliazione? Se seguita a fare come ha fatto, a che serve?

E perciò vi prego, fatelo star ritirato ed umiliato, ed animatelo ad accettare anche di andare al noviziato a Santangiolo,2 se così manda a dire il P. Villani, perché io poi rimedierò; ma bisogna che dia qualche segno notabile di resipiscenza, tanto più ch'esso, anche prima di questa scappata ultima che ha fatta, è stato poco esemplare.


- 525 -


Non altro. La prego di comunicar questo col P. Ferrara. La benedico e resto

 

Fratello ALFONSO MARIA del SS. Redentore, vescovo di Sant'Agata.

 

Conforme ad un'antica copia.




1 Il P. Caione era anch'egli Consultore generale.



2 Il noviziato era stato trasferito da Iliceto in S. Angelo a Cupolo, il 15 novembre 1762.






Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos