Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 526 -


422. AL P. D. GIROLAMO FERRARA.

Per salvare la vocazione del P. Melchionna, gl'insinua d'indurlo a dar segni di resipiscenza.

 

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

 

SANT'AGATA, 6 MARZO 1764.

 

Ho ricevuto due lettere terribili del P. Margotta e del P. Vicario; e mi scrive il P. Caione ch'è dello stesso sentimento.

Si lamentano che il P. Melchionna non niun segno di resipiscenza, e tratta e parla alla libera.

Io ho risposto che in ciò, più che esso, ci colpano i Superiori di Pagani, che gli hanno dato tanta mano. Basta: si faccia dire quel che ho scritto al P. Cimino e quel che ho scritto allo stesso P. Melchionna; e V. R. cerchi di farlo star rassegnato, ancorché lo mandassero in Sant'Angelo al noviziato, perché io poi rimedierò. Basta ch'esso dia segni di umiliazione e d'ubbidienza.

La benedico.

 

Fratello ALFONSO MARIA del SS. Redentore, vescovo di Sant'Agata.

 

Conforme ad un'antica copia.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos