Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 531 -


429. A D. MATTEO MIGLIORI, PARROCO IN S. MARIA A VICO

Rigore del Santo nel concedere la facoltà dei casi riservati.

 

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

 

SANT'AGATA, 15 APRILE 1764.

 

Don Matteo mio caro, io più presto in altri tempi concederei a' confessori la facoltà de' casi riservati, ma non in tempo di precetto; perché non v'è miglior tempo per far ravvedere


- 532 -


i peccatori de' peccati riservati, e specialmente di bestemmie, che questo tempo del precetto, nel quale son costretti a confessarsi per non essere scomunicati. Mi dispiace di averla concessa, tal facoltà, ad alcuno in Arienzo.

Onde basta che la facoltà l'abbia solamente V. S. ed il compagno. I sostituti e gli altri confessori possono scrivermi quando occorre il caso, acciocché facciano così stentare l'assoluzione a questa sorte di gente scioperata.

Mi dicono per altro, esser solito concedersi tal facoltà in tempo di precetto; ma questo solito mi pare un grande sproposito, e per l'avvenire non lo farò più.

La benedico e resto

 

Affmo per servirla

ALFONSO MARIA, vescovo di Sant'Agata.

 

Conforme ad un'antica copia.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos