Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 545 -


442. A D. FRANCESCO DI FILIPPO, ARCIPRETE DI FRASSO.

Sotto pena di scomunica fa due divieti alle monache di Frasso.

 

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

 

[ANNO 1764?]

 

Le monache di cotesto monastero ultimamente mi han pregato ad aiutarle ed ottener la conferma del governo di V. S. e di D. Giovanni Picone, lodandosi molto della vostra diligenza in bene del monastero: ma ora sento esservi nel monastero due abusi molto notabili contro la Regola, che espressamente proibisce di biancheggiare le lenzuola de' letti de' forestieri dentro del monastero; ed ora sento che si biancheggiano dentro, ed anche le camicie ed altre biancherie. Questo è un abuso che non si può soffrire.

L'altro abuso è di far vivande dolci ecc. in caso di sponsalizii: cosa anche di molto disturbo contro la Regola, che lo proibisce. Onde io son costretto a proibire alle monache ambedue questi abusi, sotto pena di scomunica alla Priora e Vicaria, se lo permettono, ed a ciascuna monaca o conversa che si adopera a far queste cose e mantenerne gli abusi.

Prego pertanto V. S. di far sentire a tutte le monache questo mio ordine e scomunica; al qual rimedio sono stato obbligato venire, perché ho inteso che questi abusi durano da molto tempo, ed è necessario ora levarli in ogni conto. E la prego ad avvisarmi ora ed in avvenire se le monache mi ubbidiscono; altrimenti le priverò de' sacramenti.

La benedico e resto, ecc.

 

Conforme alla edizione romana.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos