Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 593 -


488. AL P. D. GASPARO CAIONE.

Cerca nuovamente di calmarlo per l'affare del fratello e gli domanda un servizio.

 

Viva Gesù, Maria, Giuseppe!

 

ARIENZO, 8 DICEMBRE 1765.

 

Don Gasparo mio, in questo fatto di suo fratello, la maggior pena mia è stata il dispiacere che ne ha inteso V. Riv.

Del resto si assicuri pure che io ho operato per puro scrupolo di coscienza, e se vostro fratello non avesse egli propalata la cosa, sarebbe restata segreta e con tutto il suo onore.

Ma senza l'opera mia, esso pure avrebbe avuto da partirsi d'Arienzo, perché non conveniva col Priore, il quale non lo voleva nel convento.

Mi è dispiaciuto poi un altro tratto di detto suo fratello, che non è di vero religioso: ha fatto sapere per mezzo d'un officiale del seminario d'Avellino al vescovo tante cose contro di un'altro religioso, ch'egli supponea averlo accusato. Questo non è tratto, dico, di vero religioso.

All'incontro egli ha fatto credere a V. R. che questo D. Felice1 anche avesse avuto parte alle di lui accuse, quantoché io l'assicurai, come anche ora assicuro a V. R., che affatto il medesimo non mi parlò contro il P. Michele, anzi andava sempre medicando e mi voleva far credere il contrario. E questa è la verità; che poi non ho da essere creduto, pazienza!

Monsignore [Andrea Lucchese vescovo] di Girgenti con tanto impegno mi ha mandato a cercare la Vita di Monsignor Cavalieri,2 e per quante diligenze ho fatto fare in Napoli, non ho


- 594 -


potuto trovarla; che però prego V. R. far la diligenza a Contursi, se mai la potesse avere, ché io la pagherò. Dico a Contursi, mentre l'arciprete Rossi di colà la stampò.

Non altro. La benedico con tutti, e resto

Di V. R.

 

Fratello ALFONSO MARIA, del SS. Redentore,

vescovo di Sant'Agata.

 

Conforme all'originale che si conserva nel nostro archivio generalizio di Roma




1 D. Felice Verzella, il segretario del Santo.



2 La Vita di Mgr Emilio Cavalieri, vescovo di Troia e zio materno del Santo, fu scritta verso il 1740 dall'arciprete di Contursi D. Giovanni Rossi.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos