Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 74 -


571. AL MEDESIMO.

Non vuole che, nelle suddette questioni, alcuno de' Padri assuma le parti di mediatore.

[MESE DI GIUGNO.]

Questa è la via di disgustarci i cittadini, senza speranza di riconciliarci il Maffei. Costui è un leone infierito, ed è impossibile placarlo.

Quello che il P. Fiocchi dirà a beneficio di Maffei poco gioverà, mentre stimerà che noi lo diciamo, non perché ha ragione, ma per cattivarci la sua affezione.

D'altra parte, io tengo per certo, secondo la dovuta presunzione, che in tutte le cose la ragione sarà per li poveri cittadini:


- 75 -


sicché difficilmente il P. Fiocchi potrà dir cosa a favor di Maffei senza scrupolo di coscienza, e senza andar contro la giustizia; anzi diranno sempre i cittadini che noi, per aiutar la causa nostra, vogliamo rovinar la loro.

Questa mediazione ad altro non servirà che, o per farci nemici i cittadini (il che non è poco danno), o per acquistarci maggior odio di Maffei, il quale dirà che ogni ragione del P. Fiocchi pei cittadini nasce da spirito di vendetta; e per quello che potrà dire a favore di Maffei servirà per acquistarci l'odio dei cittadini, ma non basterà di certo per acquistarci il buon animo di Maffei.

Io assolutamente sono di sentimento, che affatto niuno della Congregazione accetti quest'incumbenza.

Al Signor presidente si potranno addurre queste mie ragioni che bastano, secondo me, a persuadere ogni mente.

Tannoia, nella Vita di S. Alfonso, lib. III. cap. 49.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos