Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 90 -


585. AL PRINCIPE DELLA RICCIA.

Prudenza e severità del Santo, in punire ne' sacerdoti azioni disdicevoli alla loro dignità.

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

ARIENZO, 11 OTTOBRE 1768.

Partecipo a V. Ecc. come il sacerdote D. N. N., essendosi posto a recitare in una commedia profana, fu avvertito da quel mio vicario foraneo, e gli fu ordinato in mio nome che più non avesse ardito di recitare, e frattanto si fosse portato dal mio Vicario generale, per essere punito dell'eccesso commesso.

Egli ciò non ostante ha voluto seguitare a recitare, comparendo sul teatro altre tre o quattro volte, rappresentando, per quel che mi dicono, una parte poco onesta.

Egli merita una buona mortificazione per lo scandalo dato, in vedere la gente un sacerdote la sera sulla scena, e la mattina sull'altare.

Nulladimeno, perché sento che la commedia siasi fatta nel palazzo di V. Ecc., io per la venerazione che le porto, prima di procedere al castigo, ho voluto darne parte a V. Ecc.; supponendo di certo che la sua pietà non voglia permettere che resti impunito l'eccesso di un tal sacerdote, che prezza sì poco il suo carattere con disprezzo notabile degli ordini del suo Superiore.

Perdoni V. Ecc. il continuo incomodo, mentre facendole umilissima riverenza mi rassegno ecc.

Conforme all'edizione romana.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos