Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 93 -


588. A SUOR BRIANNA CARAFA, NEL MONASTERO DI S. MARCELLINO, IN NAPOLI.

L'esorta ad affidarsi in tutto all'Abbadessa e le suggerisce altre utilissime pratiche.

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

ARIENZO, 12 NOVEMBRE 1768.

LA ringrazio dei bellissimi graffioli [cose dolci] mandatimi, che mi servono in questa infermità nel prendere una mezza chicchera di cioccolato; ne la ringrazio.

In quanto alla sua guida, io ringrazio sommamente il Signore, e maggiormente dee ringraziarlo V. R., di averle fatto trovare dentro del monastero un direttore che è il migliore e più utile di tutti, cioè la signora Badessa, che, come vedo, la dirige con tanta prudenza, che io non saprei far meglio.

Mi riverisca la signora Badessa e le dica che mi raccomando alle sue orazioni, e che m'impetri rassegnazione in questa mia infermità, in cui séguito a stare come prima; e che io anche, miserabile qual sono, la raccomanderò a Gesù Cristo.

In quanto a V. R., non le dico altro se non che séguiti in tutto quel che le dice la signora Badessa, per l'interno e per l'esterno; e le dico che, anche quando finirà il badessato V. R. séguiti a regolarsi da' suoi detti.

Credo che lo stesso le dirà il P. Savastano, che caramente V. R. riverisca da parte mia.

In quanto all'orazione, legga qualche poco e poi faccia atti e preghiere con numero determinato, per esempio cinquanta atti di amore, cinquanta offerte di sé stessa, cinquanta preghiere


- 94 -


per l'amore perfetto e per la santa uniformità alla volontà di Dio. E non importa che li faccia senza sentimento. Atti di amore anche alla Madonna, e preghiere; e non vada cercando lo zucchero di un tempo.

Ora piace più a Dio la vita sua che non piaceva allora. E per carità, non parli più di sconfidenza. Abbiamo un Dio che ha tutta la potenza e volontà di farei santi; che paura abbiamo?

Gesù e Maria siano l'amore e la speranza nostra !

La benedico e resto

Di V. R.

Umo servo

ALFONSO MARIA, vescovo di Sant'Agata.

Conforme ad una copia antica.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos