Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 97 -


591. A D. FRANCESCO DI FILIPPO, ARCIPRETE DI FRASSO.

Si lagna della negligenza e delle difficoltà che muove riguardo alla missione.

Molto illustre e molto reverendo Signore.

ARIENZO, 27 NOVEMBRE 1768.

Dio mi dia pazienza con questa missione di Frasso, giacché sino all'ultimo giorno vuole mantenermi esercitato.

Da più tempo, V. S. e cotesto mio vicario foraneo mi scriveste, essersi ritrovata (per i missionarî) la casa con i letti, e che volevate sapere quando era il giorno determinato per la missione; io in risposta vi feci sentire che i PP. erano pronti per il giorno 19 di questo. Voi replicaste che avessi trasportato per qualche altro tempo, giacché allora non era terminato la semina: io, per condiscendere alle vostre giuste istanze, mi contentai che si fossero fatte le missioni di Arpaia e Forchia, ed all'ultimo cotesta di Frasso, che dovea cominciare questa sera, come vi fu avvisato; ma poi, avendo io veduto il tempo cattivo, ho pregato i PP. che avessero trasportata la missione di questi due luoghi sino a domani a sera, e fossero costà venuti martedì per cominciare la missione mercoledì, giorno di festa. I PP. adunque daranno la benedizione martedì mattina in questi due luoghi, e senza meno martedì a sera saranno costà. Credevo io che tanto V. S., quanto cotesti Signori, stavano pronti per ricevere senza altro avviso la missione; tanto più che io mi ero compromesso, per quell'interesse che bisognava per la casa ed i letti.

Veniamo a noi: i PP. senza meno saranno costà martedì, e per detto giorno dovete impegnarvi a far trovar pronti i letti colla casa divisata, ché ben si accomoderanno, essendo questi operai della vigna del Signore che sanno cedere a tanti comodi.

Bisogna però che dica: non voglia Iddio che trovassi, cogli altri arcipreti della diocesi, tutte le difficoltà e disgrazie che incontro ogni volta con V. S.! Ché mi diffiderei di mandarvi le missioni.


- 98 -


In ogni luogo di questa diocesi va la missione, con tanto piacere e replicate richieste dei curati, che per grazia di Dio con impegno la ricevono; e solo Frasso ha la disgrazia di trovare tanti intoppi. Sarà il demonio che vuole opporsi al bene delle anime.

Replico: non importa che la casa trovata sia angusta, ché ben sapranno i PP. accomodarsi.

In quanto ai letti, non credo che questi Signori di Frasso vogliano permettere che dormano a terra, e far sentire per il mondo questo sconcerto. Torno a dire: se i letti debbonsi affittare, sono pronto a pagare.

Vi benedico e resto ecc.

Conforme all'edizione romana.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos