Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 115 -


609. AL GOVERNATORE DI UNA CONGREGAZIONE, A DURAZZANO.

Lo prega di giovare un sacerdote meritevole per una provvisione.

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

ARIENZO, 16 MAGGIO 1769.

Illmo Pne Sig. Sig. colmo.

Considerando e compassionando insieme le tante fatiche fatte da cotesto D. Giuseppe Razzano nella chiesa di Durazzano, pensai dargli una delle due congregazioni di cotesta terra [di Durazzano]; giacché per l'assunzione di D. Bernardo alla parrocchia, doveva vacarne una.

Quando credeva ottener l'intento, sentii che la congregazione del Purgatorio avea eletto D. Crescenzo Romeo, il quale si portò qua e si compromise meco cooperarsi per far ottenere quella di S. Giacomo al detto Razzano.

Ora sento che i Fratelli della medesima abbiano eletto D. Angelo Amorizzo e posposto il povero Razzano.

Potrei io non confermarlo e trovar il modo di ributtarlo, perché giovane e meno degno del medesimo; ma, per non inquietarmi, ho pensato ricorrere a V. S. Illma, acciò, col suo potente braccio e savio parere, trovasse il modo di far rinunciare al detto Amorizzo e fare eleggere il detto Razzano, il quale veramente mi fa compassione, e vorrei la consolazione di vederlo destinato a quella congregazione.

Illmo mio Sig. Governatore, ella sa i tempi critici che corrono; e perciò senza farmi impicciare, so che può, se vuole, farmi superare questo impegno, il quale secondo Dio è giustissimo, compromettendomi nella prima occasione, che si darà, aver presente il detto Amorizzo; e bene può compromettersene.

Quelle parti che stima fare a pro di D. Giuseppe Razzano, vorrei che facesse apparire fossero sue. Basta: ad ella non mancherà il modo. Io mi comprometto dalla sua efficacia il buon esito di questa causa; e sicuro delle sue grazie, mi rassegno

Di V. S. Illma

Devmo ed obblmo servo vero

ALFONSO MARIA, vescovo di Sant'Agata.

Conforme all'originale che si conserva presso D. Franc° Guarna, in Pagani.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos