Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 253 -


732. A SUOR BRIANNA CARAFA, NEL MONASTERO DI S. MARCELLINO, IN NAPOLI.

La vuole distaccata da tutto.

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

ARIENZO, 18 NOVEMBRE 1773. HO ricevuto il panerino.

 V. R. già lo sa che non mangio più dolci; ma non posso non ringraziarla di tante belle cose che mi ha mandate.


- 254 -


Mi consolo sempre più di questo buono Padre spirituale che avete trovato, e che vi assiste due volte il mese.

Io voglio che non lo lasciate mai, per qualunque ripugnanza che appresso vi trovaste; ma voglio insieme che anche dal Padre spirituale stiate distaccata. Se mai Dio lo chiamasse altrove; se stesse infermo e se anche Dio se lo chiamasse, voi che avete da fare? Vi avete da disperare? State sempre unita al volere di Dio. Gesù Cristo ha da essere il vostro tutto, vostra speranza e l'unico vostro amore.

Quando ricevete qualche dolce rugiada dal cielo nell'orazione, ringraziatene Iddio e promettetegli allora fedeltà per quando tornerà il vento di terra. Queste rugiade Dio vuole che poco durino: onde state sempre attenta a farvi forza a soffrire le cose contrarie. Qualche poco di violenza vuole Dio da voi per farvi santa.

Per carità, non mi nominate più fratello. Quando viene questa passioncella, dite subito: Gesù mio, te solo voglio e niente più.

Io séguito a vivere in mezzo a molte infermità. Pregate Dio che mi faccia star sempre rassegnato alla sua volontà: questa è l'unica preghiera che voglio per me, e questa è quella che fo per V. R.

Tutto quello che vi ha ordinato il P. Scaia è ottimo.

La Signora Badessa mi ha mandato cercando il libro della Passione: io lo mando a V. R., acciocché glielo dia da parte mia, con patto che mi raccomandi a Gesù Cristo.

Mando insieme questo libretto, acciocché lo dia o lo faccia dare alla mia nipote, e le dica che, quando poi l'avrà letto e sarà fatta più grande, le manderò un libro più grande; ma che si legga con attenzione questo libretto, ch'è proprio per lei, e questo solo basterebbe a farla santa; e che preghi Dio per me, come io prego per essa.

Gesù e Maria possedano tutti i nostri cuori! Di V. R.

 Umo servo

ALFONSO MARIA, vescovo di Sant'Agata.

Conforme ad un'antica copia,




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos