Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 333 -


796. AL MEDESIMO.

Parla ancora della lite e delle sue difficoltà.

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

[VERSO IL 2 APRILE 1775.]

Mi ha scritto [il confessore del Re] Mgr Sanseverino, e mi dice ch'egli ha tornato a parlare con più efficacia coll'avvocato del Barone, e soggiunge ch'esso, per parlar chiaro, crede non aver io bene riflettuto al pericolo della Congregazione; giacché ogni prudenza vuole che nel caso nostro si segua il consiglio del Vangelo, che dice di dare non solo la veste a chi la contende in giudizio, ma anche il pallio, per non litigare in queste circostanze di tempo; e così soffrire il taglio di un membro per salvare il corpo, e ch'egli parla chiaro per l'affetto che porta alla Congregazione.

Ricevei la vostra lettera. Sì signore, è ottimo il pensiero che Mgr Testa parli a Tanucci per vedere che sentimento tiene. Onde converrebbe che V. R. appuntasse con Celano che andasse a dichiarare le nostre giustificazioni presso Testa, e poi si aspettasse che Mgr Testa parlasse a Tanucci, e si vedesse che cosa [questi] sputa; e dopo ciò si facesse la sessione avanti a Sanseverino.

Ma questa sessione avrebbe da farsi fra qualche tempo; altrimenti il Barone sospetta che lo vogliamo gabbare, e di nuovo insisterà per lo disbrigo della causa, il quale disbrigo mi fa tremare; perché, come vi scrissi, benché i ministri facessero la


- 334 -


consulta a favore, io pure temo; mentre la conclusione dipende dagli altri Superiori, a rispetto de' quali io tengo più sospetti forti di timore, che mi fanno tremare.

Ora V. R. difficilmente potrà parlare con Celano, che già si sarà ritirato. Onde, dovendo io mercoledì portarmi a Nocera, come spero, V. R. procuri senza meno di portarsi ancora colà; perché molte cose che ho da dirvi non sono di lettere; e torno a confermare che, sempre che vi è il pericolo, io non mai mi rimuoverò dal mio pensiero e risoluzione, la quale mi pare che non possa contrastarsi da qualunque uomo prudente. E non voglio mettermi a pericolo di morire con rimorso di non aver voluto, potendo, impedire la ruina di tutta la Congregazione.

Non scrivo a parte al P. Blasucci; ma V. R. gli dica da parte mia che, senza meno, l'aspetto in questi giorni a Nocera, e senza meno per giovedì almeno venga a Nocera.

Già prevedo che, per mio maggior travaglio, in questo fatto avrò da contrastare con qualche cervello della Congregazione.

Per altro, ho scritto a Monsignor Sanseverino (benché non gli ho mandata ancora la lettera) che l'aggiustamento col Barone non potrà aver luogo, se noi, anche cedendo in parte o in tutto alle sue pretensioni che sono ingiustissime, come sentirà, avessimo da restare nello stesso pericolo imminente, nel quale ora ci troviamo.

Or basta: venite a Nocera ed ivi parleremo del resto.

Intanto la ringrazio di quante fatiche ha fatte e fa per la Congregazione.

La prego a considerare che ogni prudenza vuole, doversi sfuggire il pericolo della totale ruina, quantunque vi fossero speranze fallibili che dipendono dalla volontà degli altri.

La benedico e resto

Fratello ALFONSO MARIA.

[P. S.] Come sento, il Re col confessore non saranno più in Napoli per questa Settimana Santa. Informatevi ed avvisatemi, quando forse verrà.


- 335 -


Il confessore non vuole alcuno de' nostri a Portici; ma io vorrei mandarci il P. Vicario [D. Andrea Villani] che gode la sua confidenza, per vedere che si ha da fare.

Scrivetemi il vostro sentimento; ed avvisatemi quando potrà venire a Nocera il P. Blasucci, insieme col fratello di D. Gaetano.

Il P. Blasucci scrisse, sin dal 20 di marzo, che andava a Nocera; ma ora mi pare che non ci sia arrivato ancora, ed io desidero che ci vada presto, quando il tempo lo permette.

Conforme all'originale che si conserva nel nostro archivio generalizio di Roma.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos