Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 445 -


868. AD UNA MONACA.

Le porge motivi di conforto per un'altra consorella, inferma e perseguitata.

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

[NOCERA] 20 LUGLIO 1777.

Per N.N., non mi dispiace sentire la sua infermità.

Le penitenti mie, vorrei che presto lasciassero questa terra, per andar presto ad abbracciarsi con Gesù Cristo.

Ben lo so quant'è stata perseguitata. Fatemi la grazia di dirle, da parte mia, che ora non faccia altro che unirsi alla volontà di Dio per tutto quel che patisce, e che confidi assai nel sangue di Gesù Cristo e che non abbia paura; perché l'assicuro che Gesù Cristo le vuole bene.

Dico che questa infermità è stata un regaluccio di Gesù Cristo, e che unisca tutte le sue pene con quelle di Gesù Cristo e mi ci raccomandi; perché questa mattina mi ho inteso assai male.

Conforme all'edizione romana.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos