Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 478 -


892. AL P. D. FRANCESCO ANTONIO DE PAOLA.

Si rallegra dello stato della casa di Frosinone, e dà alcuni ordini per il tempo di abitarla e per una questione che la riguarda.

Viva Gesù, Maria e Giuseppe !

[NOCERA, APRILE 1778? ]

Ho inteso leggere la vostra lettera del 30 marzo, la quale molto mi ha consolato per le buone notizie della causa.

Sento che la casa [di Frosinone] potrebbe abitarsi; ma [poiché] il medico stima che non debba abitarsi sino ad ottobre, [io non lo permetto]; perché se mai succede poi qualche


- 479 -


disgrazia, non voglio che mi resti il rimorso d'essere stato io la cagione della morte di qualche Fratello.

V. R. mi ha dato qualche notizia dello stato della casa; anche me ne rallegro.

Io, per sino ad ottobre o novembre, non posso mandar niente, e dopo novembre non posso promettervi una gran somma; perché sto con debiti, e certi danari che doveva esigere ad ottobre, io me li ho esatti da ora.

Del resto io ho la stessa propensione per Frosinone che per Scifelli; ma a Scifelli ci sono più giovani a cui manca il pane, come grida il P. Landi.

Già sto inteso: la missione a Veroli e Frosinone si farà a novembre, come V. R. mi scrive.

Mi consolo che Monsignor di Veroli ha preso appletto per la causa; ma se V. R. non fa assistere in Roma, non si farà niente. [Con] uno de' due Cardinali che abbiamo, cioè di Santobuono e Marefoschi, certamente guadagneremo la causa.

Io non ho altro che scrivere. Benedico V. R. e tutti i Fratelli di costì. [Manca la firma.]

Del resto, se Molella volesse aggiustarsi, io son contentissimo che Monsignor vi consenta, secondo pare ad esso Monsignore. La passione per altro mi spingerebbe a cercar la decisione; ma io stimo essere sempre più spediente per noi, forastieri in Roma, che ci aggiustiamo, se vogliono aggiustarsi.

Conforme all'originale che si conserva nel nostro archivio generalizio di Roma.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos