Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 486 -


898. ALLA MADRE MARIA ANGELICA DEL SS. SACRAMENTO, SUPERIORA DELLE MONACHE DEL SS. REDENTORE IN SANT'AGATA DE' GOTI.

Giudica essere espediente che una monaca rimanga in quel monastero

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

NOCERA DE PAGANI, 28 MAGGIO 1778.

Io per altro mi trovo scritto a Suor Maria Celestina, che io mi rimetteva all'arbitrio suo, se voleva tornare a Scala o restare a Sant'Agata.

Ma vedendo ora che la medesima, come mi scrive, sta tutta indifferente e rassegnata alla divina volontà, io giudico essere espediente che Suor Maria Celestina resti senza meno per Vicaria a Sant'Agata; poiché nello stato presente ella non è obbligata alla Superiora di Scala, ma essendo ella stata destinata dal Papa per una fondazione di cotesto monastero, ella é uscita dalla soggezione della Superiora di Scala; tanto più che


- 487 -


cotesto monastero sta ancora, può dirsi, in principio della fondazione, e le Religiose che vi sono son tutte novelle, a differenza del monastero di Scala, in cui vi sono molto più provette.

Io ho scritto a Suor Maria Celestina, lodando la sua rassegnazione, la quale mi ha mosso a giudicare essere al presente espediente ch'ella non si parta da cotesto monastero.

Non altro. Benedico V. R. e tutte le altre sue Figlie.

Di V. R. Umo servo

ALFONSO MARIA DE' LIGUORI, vescovo.

Conforme ad un'antica copia.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos