Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 490 -


903. A SUOR MARIA GIOVANNA DELLA CROCE, NEL MONASTERO DI CAMIGLIANO.

Dove si ha da porre la confidenza, e come si dee pregare nell'oscurità di spirito.

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

NOCERA, 18 SETTEMBRE 1778.

Ho ricevuto la vostra, in cui sento che state all'oscuro. Non lasciate di confidare nel sangue di Gesù Cristo e nella pietà di Maria Vergine, ancorché tutte le orazioni che fate pare che siano perdute.


- 491 -


Dite sempre: Gesù mio, al sangue vostro stanno le speranze mie; o Madre di Dio, alla vostra misericordia confido la mia salute eterna.

 E così seguitate a fare le vostre orazioni, benché vi sembri che Gesù Cristo e Maria Vergine non vi sentano.

Non lasciate di raccomandarmi all'una ed all'altro, ed io lo farò anche per V. R.; e state allegramente: abbiamo che fare con un buon Signore, il quale è morto per salvarci.

E non lasciate mai di raccomandargli i poveri peccatori, che vivono in disgrazia di Dio.

Vi benedico, e resto con salutare quella monaca di casa, che mi avete accennato, che mi raccomandi a Gesù Cristo per la buona morte.

Di V. R. Umo servo

ALFONSO MARIA DE' LIGUORI, vescovo.

Conforme ad un'antica copia.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos