Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 908 -


908. AD UNA MONACA.

Del pessimo stato di salute a cui si è ridotto il Santo, e dell'affetto che si può avere al confessore.

Viva Gesù e Maria!

PAGANI, 26 DICEMBRE 1778.

Vi ringrazio assai per le feste auguratemi.

Il Signore vi paghi la carità, col benedirvi nell'anima e nel corpo.

Io da più giorni sto a letto con fiero catarro, aspettando fra poco la morte; onde non sono in istato di leggere neppure le lettere de' soggetti della Congregazione.

Per quello mi avete scritto, regolatevi col vostro confessore; ché non la sgarrerete. Egli sta in luogo di Dio, e da costui potrete sapere il suo divino volere.

Avere affetto ordinato al confessore, lo credo necessario; perché così farete più la sua ubbidienza e non gli darete disgusto.

Del resto, guardatelo solo come quello che v'aiuta nell'affare dell'eterna salute, e vivete con indifferenza tale che, perdendolo voi sareste disposta a volere ciò che il Signore vorria.

Pregate per me Gesù Cristo, e sono vostro

Devmo servo obblmo.

ALFONSO MARIA vescovo DE' LIGUORI.

Conforme ad un'antica copia.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos