Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 506 -


918. AL SIG. MARCHESE DOMENICO ANTONIO DI AVENA, CONSIGLIERE DELLA REAL CAMERA DI S. CHIARA, IN NAPOLI.

Gli accusa ricevuta di certo danaro, e fa buoni voti per lui.

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

NOCERA, 20 SETTEMBRE 1779.

Illmo Sig. Sig. e Pne colmo.

Don Domenicantonio mio caro, ho ricevuto la polizzetta di ducati dieci per cui tanto tanto vi ringrazio, e subito ho ordinato la celebrazione delle quaranta messe.

Spero che Gesù Cristo e Maria SSma vogliano benedire i santi desideri di V. S. Illma, e vogliano sempre assisterla nell'impiego in cui si ritrova, acciò il tutto riesca a gloria di Dio ed utile del prossimo.


- 507 -


Io mi ritrovo vicino all'eternità, a cui mi spingono gli anni e l'infermità. Prego V. S. Illma di raccomandarmi a Gesù Cristo, acciò io faccia questo grande passaggio in grazia sua.

Del resto, io la raccomando sempre a Gesù ed alla Madonna SSma, e pieno di vera stima mi dico

Di V. S. Illma

Devmo ed obblmo servo vero

ALFONSO MARIA DE' LIGUORI, vescovo.

Conforme all'edizione napolitana del 1848.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos