Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 547 -


948. A P. FABIO BUONOPANE E P. BARTOLOMEO MATTIA CORRADDO ELETTI PER L'ASSEMBLEA.

Si adopera a distoglierli da un loro proposito, e ne adduce le ragioni, tutte di pace e di carità.

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

[NOCERA, FINE DI APRILE 1780.]

Fratelli miei carissimi, vi prego per quanto posso a rimuovervi dall'impresa di togliere quei due Consultori1, perché sgareremmo tutto.

È vero che alcuni non si accordano con quei due soggetti; ma spero a Dio che, coll'aiuto di Maria SSma, tutte le ruggini vadano a finire. Seguiterà l'opera come si è concertata, e Dio ne caverà la gloria sua.

All'incontro, se pigliamo di punta a rompere la pietra, temo che gli animi più si sconcertino, ed il demonio ne cavi il suo profitto.

Sento che Iddio seguita ad ispirarmi questo sentimento; il Cappellano Maggiore non ne sarà alieno, e voi dovete farvi una gran forza in persuadervi il contrario.

Essendo io il capo della Congregazione, tengo per certo che Iddio non voglia ispirarmi un sentimento falso o pregiudiziale alla Congregazione.

Vedo che l'inferno fa fracasso per seminare discordie; ma io mi sento spinto a mettervi pace; e mi pare di ottenere certamente la pace, se si seguita a tener questa via.

Scrivetemi domenica mattina qualche notizia di pace, e vi benedico.

Tannoia, nella Vita del Santo, lib. IV. cap. 21.

 




1 I Padri Maione e Cimino.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos