Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 593 -


982. AL MEDESIMO.

Lo prega di procurare che si differisca la decisione della causa in Roma fino a un certo tempo.

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

NOCERA, 18 FEBBRAIO 1781.

Don Francesco mio, ho saputo che il P. Sorrentino ha scritto che si procurasse di far differire la causa, o per meglio dire, la sua decisione sino alla risoluzione del dispaccio reale che si aspetta, circa il punto della perseveranza, dalla Corte di Napoli, dove si sono presi buoni mezzi, e stiamo con molta speranza per lo dispaccio favorevole, che subito ve lo faremo sapere quando uscirà.

Pertanto buono sarebbe che V. R. scrivesse a' ministri di Roma che trattenessero la decisione della causa, finché avesse esito quest'affare di Napoli che si spera totalmente favorevole; mentre si è già ottenuta tutta favorevole la consulta del Cappellano Maggiore circa l'obbligare tutti i nostri Fratelli alla perseveranza.

Bisogna dunque pregare con premura la S. Congregazione a trattenere finché si ottenga il dispaccio di Napoli, come speriamo; e perché sono cose di corte, bisogna aver pazienza; ma torno a dire, speriamo alla Madonna ottimo esito.

E con ciò di nuovo l'abbraccio.

Di V. R.

Fratello affmo ALFONSO MARIA, vescovo.

[P. S.] Da noi qui non si perde tempo. Il Re N.S. è andato a caccia, ma se n'aspetta di breve il ritorno.

Conforme all'originale che si conserva nel nostro archivio generalizio di Roma.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos