Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 599 -


989. AD UN SIGNORE POTENTE ALLA CORTE.

Ne implora il favore nella causa Sarnelli, rimessa in piedi contro l'Istituto.

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

NOCERA, 12 MARZO 1781.

Mi si scrive da Napoli che il barone de' Ciorani di nuovo ha dato moto alla causa, da tanti anni suscitata contra questa Congregazione, e che non ancora è stata decisa;1 e per


- 600 -


ciò ho di nuovo bisogno di quei favori, che un'altra volta V. S. Illma mi comparti.

Il Padre, che le consegnerà questa mia, l'informerà di tutto.

L'esperienza che ho della di lei bontà non mi fa distendere a supplicarla. Le ho manifestato il bisogno, e so che più non si richiede per esser sicuro della sua mediazione; giacché V. S. Illma è ripiena di zelo ed ama assai quest'opera, da cui ne deriva la gloria di Dio e il bene di tante povere anime.

Prego Gesù Cristo che avvalori le di lei parole colla sua virtù. Attendo sentire che ha fatte cose buone, e raccomandandomi alle sue orazioni, con sincera stima ed affetto mi sottoscrivo

Di V. S. Illma

Devmo ed obblmo servo vero

ALFONSO MARIA DE' LIGUORI, vescovo.

Conforme all'originale che si conserva nell'archivio della nostra casa di Pagani.




1 La causa fu finalmente decisa, il 10 aprile 1783, a favore della Congregazione: finirono così le molestie e le vessazioni con cui il Sarnelli, per un ventennio incirca, fruttò tanti danni e pene al Santo e a tutta la Congregazione.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos