Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 619 -


1004. AL P. D. FRANCESCO ANTONIO DE PAOLA, PRESIDENTE DELLE CASE DELLO STATO PONTIFICIO.

Si rallegra di altre due case, aperte nello Stato Pontificio, e consolandosi delle missioni che vi Si dànno, raccomanda in queste la pratica di alcuni esercizî.

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

NOCERA, 23 NOVEMBRE 1781.

Con mia consolazione, ieri giorno 22 del corrente, ricevei la vostra carissima, scritta a' 14, dalla quale ho saputo con distinzione le due fondazioni di Foligno e Gubbio, ed anche dell'ospizio a Roma.

Con ciò ho avuta doppia consolazione; perché così non solo aiuterete queste nuove case, ma avrete campo ancora di fare molte altre missioni in questi tempi, ove da per tutto regna la corruzione; e perciò bisogna sempre predicare le massime eterne: morte, giudizio, inferno e paradiso.

Godo assai de' 15 novizi ricevuti, perché ora avete bisogno di maggior copia di soggetti, anche per le missioni in queste nuove case.

Ho inteso che le risposte, le debbo mandare tutte a Roma.

La ringrazio dell'Ave Maria ogni sera: applicatela specialmente per la mia buona morte.

Anch'io ringrazio Dio che, per mezzo mio, si è servito di dar principio a tutto il bene che poi si è fatto per mezzo vostro, e principalmente del Papa, che Dio ha voluto consolare con tante opere di sua gloria.

Godo che andate, fra breve, a far le missioni per le case nuove di Foligno e Gubbio.

Io spero che Dio si servirà di voi per altri aumenti della gloria sua, e pertanto non lascierò pregarne il Signore.

Aggiungo più cose molto utili, e vi prego d'insinuarle a' compagni.


- 620 -


Insinuate il predicare [sul gran mezzo] della preghiera, del che io ho stampato un libro a posta. Dio vuol fare le grazie, ma vuol esser pregato: chi non prega, non ottiene.

Raccomandate sempre la divozione alla Madonna per chi si vuol salvare.

Procurate che ogni sabato si faccia la predica della Madonna; e che si faccia sempre questa predica in tutte le missioni, facendo vedere quanto sia utile il raccomandarsi a Maria, specialmente in tempo di tentazioni con dirsi l'Ave Maria. Queste cose ad alcuni paiono cose di femminelle; ma queste cose possono salvare molte anime.

Più Congregazioni hanno introdutto nelle missioni l'uso di far la predica della Madonna, come i Padri di S. Vincenzo de' Paoli, ed anche negli esercizî, predicandosi a monache o pure a Sacerdoti.

Resto intanto abbracciandovi, e pregando Dio che vi faccia tutto suo con tutti i vostri Compagni.

Affmo ed obblmo fratello

ALFONSO MARIA, del SS. Redentore.

Conforme all'originale che si conserva nel nostro archivio generalizio di Roma




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos