Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 621 -


1006. A SUOR MARIA ANGELA ROSA GRAZIANO, NEL MONASTERO DEL SS. ROSARIO, NAPOLI.

Riprova il canto figurato nel monastero, e dice come, ad onta della separazione, regna la concordia fra tutti i Congregati.

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

NOCERA DE PAGANI, 29 NOVEMBRE 1781.

La prima cosa è che vi ringrazio della memoria che avete avuta di me.

Mi è dispiaciuto poi sentire il canto figurato che vogliono introdurre costì, dal quale, oltre la mesata che dovrà pagarsi al maestro, possono venire molti sconcerti per l'anima, che lascio di nominare per non turbarvi la mente.

Questo canto piace al demonio, ma non a Dio.

signore, fra di noi vi è stato qualche cosa di dispiacere; perché alcuni hanno voluto dividersi da noi.

Del resto, noi preghiamo Iddio per essi, ed essi non lasceranno di pregare per noi; onde speriamo noi ed essi di dar gusto a Dio e farci santi.


- 622 -


Non vi scordate di raccomandarmi alla Madonna, ed io non lascerò di farlo per V. R.

In tutti gli sturbi che mi avete scritti, pregate fortemente la Madonna, ché ella ci rimedierà.

Prego Gesù Cristo che vi dia il vero amore suo; e quest'amore cercatelo sempre, se volete avanzare.

Gesù Cristo benedica V. R. e me! Raccomandatemi ad esso quando vi fate la comunione, e con ciò vi benedico in nome di Gesù Cristo.

Del resto, noi coi Fratelli stiamo in pace, e ci scriviamo gli uni agli altri in pace.

Di V. R.

Umo servo

ALFONSO MARIA DE' LIGUORI.

Conforme ad un'antica copia.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos