Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 40 -


19. AL SIG. GIUSEPPE REMONDINI.

Gli manda l'opuscolo promesso, coll'aggiunta di un altro trattatello utilissimo; ed inquieto per non avere ancora risposta, gliene dimanda sollecitamente la causa.

 

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

NOCERA, 1 OTTOBRE 1756.

 

Illmo Sig. Sig. mio e Pne colmo.

Invio lo scritto della Pratica tradotta, che mi costa da tre mesi di fatica; ma l'invio con inquiete, mentre già si accostano due mesi che V. S. Illma non mi ha scritto, né risposto a tante mie che l'ho inviate, e non so pensare che cosa sia.

Ho scritto al Sig. Giuseppe Agazzi che, in caso che questa traduzione non si avesse da dare alle stampe, procurasse di rimandarmela in Napoli; mentre non vorrei perdere questa fatica. Ma io non posso pensare che V. S. Illma, avendo stampato già il primo tomo, si contenti poi di far venire l'opera manca ed imperfetta.

Spero che a quest'ora abbia ricevuto il secondo tomo; del che neppure sinora ho potuto avere notizia.

Veda che, sotto lo scritto della Pratica, vi è un'altro scrittolino dell'Esame degli ordinandi1 che verrà di due o di tre fogli.

Questo Esame mi è stato richiesto con tanta premura, anche da fuori, cioè da Brescia se non erro, ed è una cosa molto desiderata da' giovani; e perciò l'ho fatta quest'aggiunta in breve, ma ci è tutto. Questa non vi era nell'opera; e penso che molti si compreranno forse il libro principalmente per quest'aggiunta. Se mai V. S. Illma pensasse di non stamparla, la prego a rimandarmela per la stessa via del Sig. Agazzi; perché vedrò di farla stampare altrove.

Finalmente la prego ad avvisarmi la causa, perché non ricevo sue lettere da tanto tempo, né risposta a tante mie che l'ho inviate; e specialmente ad una, dove vi stava una decisione fatta ultimamente dal Papa presente circa la materia del digiuno; e


- 41 -


mi avvisi se ha ricevuto il secondo tomo per via di Foggia, e per mezzo del Sig. Filiasi. Che se mai, per disgrazia, questo benedetto secondo tomo si fosse perduto, me l'avvisi; perché gliene manderò un'altra copia colle stesse aggiunte che vi erano.

Resto rassegnandomi - Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

 

Di V. S. Illma

Umo e divmo servo vero

ALFONSO DE' LIGUORI della C. del SSmo Redentore.

 

[P. S.] Insieme anco collo scritto, l'invio due librettini d'una breve Risposta,1 che ho dovuto fare contra un'autore anonimo che ha scritto contra il

P. Plazza, ed in fine del libro ha fatto un capitolo contra di me, e un'altro contra il P. Zaccaria.

Di questi libretti favorisca di mandarne uno al detto P. Zaccaria, a cui già ho scritto che ce lo mandava per mezzo di lei. Viva Gesù e Maria!

Conforme all'originale che si conserva nel nostro archivio generalizio di Roma.




1 Fu stampato sotto il titolo: Examem ordinandorum.

1 Risposta ad un autore che ha censurato il libro del P. D. Alfonso de' Liguori, della B. Vergine, sotto il titolo Glorie di Maria, ed insieme l'opera morale del medesimo. Il libro dell'anonimo, stampato nel 1755 in Venezia coi tipi di Giov. Battista Pasquali, era intitolato: Lamindi Pritanii redivivi epistola paranetica ad P. Bened. Plazza.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos