Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 66 -


38. AL SIG. GIUSEPPE REMONDINI.

Lo prega di far ricerche della Istruzione e Pratica da molto tempo speditagli, temendone lo smarrimento.

 

NAPOLI, 18 MAGGIO 1758.

 

Illmo Sig. Sig. e Pne colmo.

Io già da molto tempo ho mandata l'opera nuova volgare, dentro una scatoletta, al Sig. Giuseppe Agazzi, in Roma, col procaccio; ma con tutto che gli ho scritto più lettere, non vedo risposta. Temo che sia morto o stia fuori; e frattanto temo che non si perda la scatoletta, e mi dispiacerebbe: perché, nel


- 67 -


corpo mandato, vi stanno notate molte correzioni e molte aggiuntoline importanti, che mi han costata fatica.

Pertanto prego V. S. Illma a fare scrivere a qualche altro suo corrispondente in Roma, per vedere che cosa n'è del detto Sig. Agazzi; e se mai il Sig. Agazzi non ci fosse, V. S. Illma procuri di far prendere la scatoletta da quest'altro suo corrispondente, e se la faccia mandare; e poi mi avvisi.

Il numero, con cui sta notata la scatoletta, è il numero 12., e vi sta scritto (se non erro) sopra: Al Sig. Giuseppe Agazzi.

Aspetto poi risposta dell'altre cose, che le scrissi nell'altre mie.

Resto rassegnandomi

Di V S. Illma

Umo e divmo servitore vero

ALFONSO DE' LIGUORI, della C. del SS. Redentore.

Conforme all'originale che si conserva nel nostro archivio generalizio di Roma.

 




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos