Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 80 -


45. AL SIG. GIUSEPPE REMONDINI.

L'avvisa che spedirà presto la traduzione della Pratica (Homo Apostolicus) e dà alcuni consigli che valgono a risparmiargli spese e fatiche per l'edizione da farsene, ed in genere per il modo delle correzioni.

 

Viva Gesù, Giuseppe e Maria!

NOCERA, 1 OTTOBRE 1758.

 

Illmo Sig. Sig. e Pne colmo.

 

Le avviso come tra giorni manderò in Roma al Sig. Agazzi la consaputa tradizione latina; perché già sta in fine e mi son posto anch'io di tutta fretta a sbrigarla, per poterla mandare presto colle barche, prima che venga l'inverno.


- 81 -


Anticipo questa a V. S. Illma, acciò tenga avvisato il Sig. Agazzi che subito, in ricevere la scatoletta co' miei scritti, ce l'invii.

Anticipo ad avvisarle anche un'altra cosa.

L'Esame degli ordinandi, che sta al terzo tomo nell'Appendice terza, siccome già avrà veduto nella Pratica volgare che l'ho inviata, già è latino; onde ora che tira li fogli per la volgare, sarebbe bene che tirasse nello stesso tempo i fogli di detto Esame per la latina; giacché vengono della stessa maniera. Dico ciò per farle sparambiare la nuova composizione.

La difficoltà non però che vi è, è per le pagine; mentre le pagine della volgare non saranno le stesse della latina. Avrebbe dunque da aspettare questa latina per tirare li fogli di detto Esame del terzo tomo; benché non importerebbero più di otto fogli in circa. Ce l'avviso solamente, accioché si regoli come meglio le pare.

La prego, nelle correzioni, a far ben riscontrare li numeri delle citazioni; perché in questi numeri, se non si riscontrano, il revisore non si può mai ravvedere degli errori.

Nell'ultima sua, ricevei una nota del suo revisore, dove con ragione mi domandava due luoghi della Pratica volgare, che non trovava secondo il foglio di aggiunte ch'io avevo mandate; ed in verità stavano malamente notati. Io mandai già nell'ultima mia i veri luoghi, dove le due note doveano porsi; ma se mai quest'ultima mia non le fosse capitata, mando di nuovo questa notarella, qui acclusa.

Resto confermandomi

Di V. S. Illma

Devmo ed obblmo servitore vero

ALFONSO DE' LIGUORI, della C. del SS. Redentore.

Conforme all'originale che si conserva nel nostro archivio generalizio di Roma.

 




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos