Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 169 -


103. AL SIG. GIAMBATTISTA REMONDINI.

Ancora della Teologia morale da ridursi ad altra forma, e che cosa vi occorra.

 

Viva Gesù, Giuseppe e Maria!

ARIENZO, 15 GIUGNO 1763.

 

Illmo Sig. Sig., mio e Pne colmo.

Dopo scritta la mia nella settimana passata, ora rispondo alla sua [che] ho ricevuta stamattina.

In quanto al Compendio [l'Homo Apostolicus], l'aspetto quanto più presto, per darlo a' miei seminaristi.


- 170 -


In quanto poi alla Teologia grande, io già le scrissi, nella settimana passata, la mia idea di far componere [una nuova] dalle stesse mie cose, già scritte, ed aggiungendovi tutte le cose nuove che vi si hanno d'aggiungere; levandone affatto Busembaum, renduto odioso per tutto il mondo, e non solo il frontespizio, ma anche tutto il testo di Busembao.

Pertanto, giacché V. S. vuol fare questa nuova ristampa, vi prego a trattenerla; poiché io tra giorni mi manderò a chiamare due Padri della mia Congregazione, ed aggiusteremo tutto.

Bisogna però che dalle stesse cose stampate, componiamo questo nuovo libro; mentre, levandone il testo di Busembao, bisogna fare nuovo ordine e nuova tessitura.

Io da tutte le parti ricevo questo rimprovero di aver voluto seguitare Busembao, e non aver voluto far quest'opera della Morale tutta mia.

Io per altro non mi fiderei al presente di farlo solo; ma spero di farla coll'aiuto de' compagni.

In quanto alle aggiunte che V. S. desidera subito, per ora è impossibile che ve le possa mandare; perché si hanno da scegliere dal Compendio, dove vi ho poste molte aggiunte, oltre di quelle poste all'ultima Teologia stampata.

Stando nel vescovado con tanti impicci e di mala salute, non mi fido di far questa fatica di scegliere queste aggiunte del Compendio coll'altre che vi sono, e mandarvele.

V. S. mi risponda e mi faccia sentire il suo sentimento. Se vuole la Teologia tutta mia, come ho detto, tolto affatto il testo e nome di Busembao, io procurerò di farla fare, quanto più presto si può.

Se poi vuole solamente l'aggiunte, mi chiamerò uno o due compagni, e me le farò trascrivere; ma ciò non si potrà fare, se non quando avrò riveduto già il Compendio stampato. Ma si assicuri per quello che sento, che, tolto Busembaum da mezzo, l'Opera mia avrebbe assai maggiore smaltimento.

Attendo la risposta e mi confermo

Di V. S. Illma Divmo ed obblmo servitore vero

ALFONSO MARIA, vescovo di Sant'Agata.


- 171 -


 

[P. S.] In quanto al libretto della Fede, già è spicciato tutto. Nella settimana entrante, ve lo manderò con tutto il resto delle altre operette spirituali.

Conforme all'originale che si conserva nel nostro archivio generalizio di Roma.

 

 




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos