Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 192 -


115. AL SIG. GIAMBATTISTA REMONDINI.

Dice d'un secondo invio da farsi d'un libro e per quale via, e torna a raccomandare la stampa della Morale e delle Opere spirituali, e la spedizione dell'Homo Apostolicus.

 

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

SANT'AGATA DE GOTI, 13 NOVEMBRE 1763.

 

Illmo Sig. Sig. e Pne colmo.

Mi consolo di sentire, dalla sua ultima, che V. S. Illma ha già ricevute l'operette. All'incontro mi dispiace che non abbia ancor ricevuto il libretto del Confessore dei villaggi, avendole io già mandata in una volta la prima parte e in un'altra la seconda, per la posta. Dio sa a qual cantone saranno rimasti. Specialmente mi dispiace, perché la copia mandata era stata tutta riveduta da me, e vi avevo aggiustate molte coselle.

Ora basta: tornerò a rivederla e le manderò il libretto unito, non per la posta, ma per lo procaccio, e mi avvalerò, com'ella mi scrive, del Sig. Giovannantonio Moschini; e già ho scritto a Napoli per ritrovare questo Signor Moschini.

V. S. Illma non m'avvisa se questo suo amico è mercante di libri o d'altro; onde la prego ad avvisarmelo subito. Del resto, io ho scritto che si faccia diligenza in Napoli di trovarlo, dimandando a' librari, dove spero d'averne certamente notizia, e per lui manderò l'altra copia.


- 193 -


Ma se mai V. S. Illma ricevesse prima la copia inviatale, di nuovo la prego di farla subito rivedere e dare alla luce. O quanti la desiderano, quest'operetta!

In quanto alle aggiunte della Morale, io già mi ritrovo di averle mandate, come le scrissi se non erro, [da un] amico che si ha preso il peso di farle capitare in Roma al Sig. Agazzi. E sono tutte le aggiunte, non solo del primo, ma del secondo e terzo tomo.

La prego di scrivere di nuovo al Sig. Agazzi per ricuperarle; perché già sono spedite tutte.

E la prego di non lasciare di mettervi le aggiunte del P. Zaccaria e del P. Mansi; perché sono belle e rendono il libro più stimabile.

Aspetto poi l'Homo Apostolicus, subito che vi è l'occasione, me lo mandi. E mi faccia sentire presto che abbia posto al torchio l'Opera di tutti i libri spirituali, desiderata da molti.

Ora V. S. Illma già tiene unite tutte queste mie opere. La prego di farmi aver presto la consolazione di vederle unite in un corpo.

Resto confirmandomi

Di V. S. Illma Divmo ed obblmo servitore vero

ALFONSO MARIA, vescovo di Sant'Agata.

Conforme all'originale che si conserva nel nostro archivio generalizio di Roma.

 




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos