Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 270 -


166. AL SIG. GIUSEPPE REMONDINI.

É dolente per lo smarrimento temuto di un manoscritto, e manda un'altra postilla per la Morale.

 

Viva Gesù e Maria!

ARIENZO, 12 DICEMBRE 1765.

 

Illmo Sig. Sig. e Pne colmo.

 

Ricevei un'altra sua stimatissima, dove mi dicea di non aver ricevuto ancora la scatoletta colla mia nuova Dissertazione latina circa l'uso del Probabile, e sto per ciò rammaricato,


- 271 -


mentre saranno da tre mesi che l'ho mandata, ed ancora non ricevo notizia che sia arrivata. Onde la prego ad avvisarmi se, a quest'ora almeno, l'ha ricevuta; altrimenti sarà necessario che la torni a fare: cosa che molto mi pesa, mentre mi costa la fatica d'un mese continuo; e non v'è cosa più tediosa che ritornare a fare la fatica che una volta si è fatta.

La prego dunque ad avvisarmi di nuovo; perché se, quando giungerà questa mia, neppure sarà giunta la scatoletta, sarà segno certo di essersi perduta, e mi bisognerà aver pazienza di ritornarla a fare da capo. A questo pericolo si sta quando si mandano fuori gli originali.

V. S. Illma poi non si potrà immaginare quante persone qui stanno aspettando questa nuova ristampa per pigliarsela, ed io mi vergogno di rispondere più che tra breve si mette mano. Ma se la suddetta Dissertazione si è perduta, bisognerà aspettare ch'io la ritorni a fare. Pertanto la prego a rispondermi subito quando riceverà questa mia.

Le copie poi della Sposa colle altre 100 Apologie io neppure le ho ricevute ancora. Ma ciò non fa maraviglia, perché in questi tempi d'inverno i bastimenti poco possono trafficare; né v'è paura che le stampe si sperdano per la via, siccome io temo che lo scritto mio già si sia perduto.

Mando quest'altra breve postilla che si ha da aggiungere alla ristampa della Morale. La dia a conservare insieme colle altre carte.

Resto confermandomi

Di V. S. Illma

 

Divmo ed obblmo servitore vero

ALFONSO MARIA, vescovo di Sant'Agata.

 

[P. S.] Io alcune volte ricevo le sue, firmate dal Sig. D. Giambattista, ed alcune volte dal Sig. D. Giuseppe; onde la prego ad avvisarmi a chi devo far la soprascritta per mia regola.

Conforme all'originale che si conserva nel nostro archivio generalizio di Roma.

 




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos