Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 445 -


273. AL SIG. GIAMBATTISTA REMONDINI.

Dice ancora dell'aggiunta alla Storia dell'Eresie, chiede copie della Morale, e dategli notizie del libro sulla Passione, parla di un'altra opera molto utile che ha cominciata.

 

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

ARIENZO, LI 27 MAGGIO 1773.

 

Illmo Sig. Sig. e Pne colmo.

Essendoché ho scritto due volte per questa picciola aggiunta che dovea farsi al tomo del libro dell'Eresie, e non vedo risposta, perciò temo che si sieno perdute le lettere; perciò, prima che si dia mano al detto tomo, replico questa carta coll'aggiunta picciola, che si deve mettere al luogo che sta notato.

Vi avviso poi che, in Napoli, sono affatto finite le Morali grandi. Onde la prego a mandarne qualche quantità in Napoli. Se V. S. Illma può mandarle a qualche libraro di Napoli, meglio


- 446 -


sarebbe; perché io manderò a quello coloro che vanno cercando la detta Morale, e già sono più di uno che la cercano. In caso poi che non avesse a chi mandarle, le mandi a me, perché procurerò io di farle smaltire; ma non più di 50: perché, siccome le scrissi l'altra volta, io non accosto in Napoli, e stando qui fuori, non ho la facilità di smaltirle, come l'hanno i librari che tengono le librerie aperte, e ben sanno il modo di smaltire i libri che tengono.

Non altro. Il mio libro della Passione e degli altri opuscoli sta a buon termine per la stampa, e li manoscritti già li tengo fatti; subito ch'è finito, ve lo manderò.

Già ho cominciato un'altra bell'opera, molto utile e smaltibile, per tutti li preti, monaci e monache, ed è la Traduzione di tutti i salmi del Breviario, in volgare, con altre note a parte per li luoghi più difficili. Se Dio mi vita di finirla, spero che sia una cosa molto utile per tutti quelli che son tenuti a dir l'officio.

Resto rassegnandomi

Di V. S. Illma

Divmo ed obblmo servitore vero

ALFONSO MARIA, vescovo di Sant'Agata.

Conforme all'originale che si conserva nel nostro archivio generalizio di Roma.

 




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos