Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 453 -


280. AL SIG. GIUSEPPE REMONDINI.

Parla della vendita de' libri, delle ultime sue operette, ed include una lettera di risposta per un sacerdote di Verona.

 

Viva Gesù, Giuseppe e Maria!

ARIENZO, LI 23 SETTEMBRE 1773.

 

Illmo Sig. Sig. e Pne colmo.

Subito che ho ricevuta la sua lettera, ho scritto a D. Oronzio Noè a Manfredonia che mi mandi la balla delle 50 Morali, e l'altra delle 25 copie dell'Eresie, favoritemi da V. S. Illma con tanta cortesia, delle quali di nuovo la ringrazio con tutto l'affetto.

In quanto alle Morali, io per ora ne smaltirò alcune per le richieste che già prima ne avevo avute da alcuni ecclesiastici; per le altre poi, io tengo per certo che tutte in Napoli si smaltiranno, ma col tempo; giacché quei librai, che hanno quelle della penultima edizione, non si prenderanno queste della


- 454 -


nuova edizione, se non hanno smaltite le prime. Del resto, io farò quel che posso, poiché tratto l'interesse suo come fosse mio proprio.

In quanto alle altre opere, mi è stato scritto da Napoli che vi è un'altra persona che vi vuole applicare: starò a vedere quel che offerisce. Se io le potessi mandare fuori di Napoli per lo Regno, so certo che se ne caverebbe il doppio; ma non ho persona di cui fidarmi: temo di perdere capitale e terze.

Io ho terminato il mio libro della Passione con due altre operette aggiunte, e presto ce l'invierò, acciocché ne faccia l'uso che le piace; non pretendo né le dimando che lo stampi. E lo stesso dico di un altra opera, della quale già ho stampata buona parte, dico della Traduzione de' Salmi in volgare, opera che la stanno aspettando in Napoli.

Includo qui la risposta a S. Ecc. il Sig. D. Mandricardo Malatesta in Verona, dove rispondo ad alcuni quesiti di Teologia che mi scrive, e mi manda scritta la soprascritta che io gli avea da fare, come già l'ho fatta. Vorrei sapere poi se conosce questa persona e di qual carattere sia. Secondo la sua lettera, mi scrive che è sacerdote e confessore, e credo che sia nobile.

Non altro. Resto con tutto l'ossequio raffermandomi

Di V. S. Illma Divmo ed obblmo servitore vero

ALFONSO MARIA, vescovo di Sant'Agata.

Conforme all'originale che si conserva nel nostro archivio generalizio di Roma




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos