Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 454 -


281. AL SIG. GIUSEPPE REMONDINI.

Gli si professa obbligato per due favori, e l'avvisa della spedizione del libro sulla Passione cogli opuscoli annessi.

 

Viva Gesù, Giuseppe e Maria!

ARIENZO, LI 7 OTTOBRE, 1773.

 

Illmo Sig. Sig. Pne colmo.

Per mezzo del suo stimatissimo foglio del 20 trascorso settembre, vengo avvisato che abbia già ricevuta la copia della Bolla [ossia Breve di approvazione] della nostra Congregazione,


- 455 -


per inserirla nel Bollario di Benedetto XIV che ristamperà; di ciò gliene resterò tenuto, perché mi darà consolazione.

Rapporto alla balla delle 50 copie della mia Morale, speditami per via di Manfredonia, io già le ho mandate a pigliare, benché a quest'ora non mi siano peranche pervenute. Per servirla, farò quanto posso per esitarle, avendo premura ch'ella resti ben servita.

Le rendo parimente grazie distinte delle 25 copie della Storie dell'Eresie, speditemi per regalo, e l'assicuro che le ricevo con indicibile contento, sperando che unitamente colle dette 50 copie della Morale vogliano venirmi da Manfredonia; che poi subito ne l'avviserò.

Le mando poi il libro della Passione, che già è compito. Ce lo mando, perché V. S. Illma mi comandò che, subito fosse fatto, ce l'avessi mandato; del resto ne faccia l'uso che le piace, mentre non pretendo che ella abbia da stampare tutte le opere mie.

Ora sto facendo l'altro libro della Traduzione de' Salmi, e già n'è stampata buona parte. Se comanda poi, anche ce lo manderò, quando è compito.

Il libro poi della Passione con due altre operette annesse, ho scritto già in Napoli che lo consegnino al Sig. Moschini, acciocché glielo mandi.

Non altro. Resto con tutto l'ossequio raffermandomi

Di V. S. Illma

Divmo ed obblmo servitore vero

ALFONSO MARIA, vescovo di Sant'Agata.

 

[P. S.] Io da venti giorni non dico messa per una postema piede, e non so a che anderà a finire. Raccomandatemi a Gesù Cristo.

Conforme ad una copia.

 




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos