Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 521 -


319. AL SIG. ONOFRIO PACI, STAMPATORE IN NAPOLI.

Lo conforta e lo consiglia per la stampa degli Opuscoli di S. Tommaso, e gl'insinua come rendersi benemerito della S. Fede nella sua stamperia, mandandogli all'uopo anche alcuni libri utilissimi.

 

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

NOCERA, 3 DICEMBRE 1777.

 

Illmo Sig. Sig. mio e Pne colmo.

Mi consolo in sentire che gli opuscoli di S. Tommaso non sono stampati se non che due; onde spero che V. S. potrà metter mano all'opera, perché certamente questi sono da tutti desiderati. Godo poi sentire che il prete suo amico ci vuol concorrere colla spesa. Contuttociò non lasci di far fare una scorta presso la gente, per vedere e notarvi quanti per ora si vogliono associare, acciocché meglio possiate regolarvi.


- 522 -


Vi ringrazio di quella giunta, fattami circa la Fede, e specialmente di quella notizia del dottore che va smaltendo in Napoli la sua libreria di libri avvelenati.

V. S., quando si trova con gente nella sua stamperia, non lasci di raccomandare e dire: Signori miei, non lasciate di raccomandare la Fede a tutti, perché Napoli sta in malo stato Un letterato dotto, ma timorato di Dio, ha detto che in Napoli non passeranno venti anni, e la Fede sarà distrutta o quasi distrutta.

Mi sono rimasti alcuni libretti della Verità della Fede piccola1. Ne mando cinque; vedete di farli pigliare ad alcuno che ne ha di bisogno, specialmente per qualche prete che può istruire gli altri nelle verità della Fede; mi contento di darli per otto grana: tanto ci è di carta, per dir cosi. Questo è un libretto d'oro, ma se fosse una commedia, avrebbe molto smaltimento.

La riverisco con tutte l'affetto ecc.

Conforme all'edizione romana.

 




1 Questo libretto era l'opusculo intitolato Riflessioni sulla verità della divina Rivelazione contro le principali opposizioni de ' Deisti, pubblicato nel 1773; ovvero quello pubblicato nel 1762 sotto il titolo: Evidenza della Fede fatta evidente per i contrassegni della sua credibilità. Chiama l'opera piccola per distinguerla dall'opera grande, intitolata: Verità della Fede contro i Materialisti che negano l'esistenza di Dio, i Deisti che negano la religione rivelata, ed i settari che negano la Chiesa cattolica essere l'unica vera.






Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos