Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 649 -


368. A FERDINANDO IV, RE DI NAPOLI.

Supplica perché non si lasci la nomina di tutti i canonicati di una collegiata all'università del luogo, rappresentando i disordini che ne potrebbero avvenire.

 

[ANNO 1772.]

 

S. R. M.

SIGNORE

Trattandosi davanti a V. Maestà l'affare della collegiata di S. Andrea nella terra di Arienzo, che sta nella mia diocesi, penso che alcuni della medesima terra pretendono forse che V. M. ordini che la nomina di tutti i canonicati si faccia dall'università di Arienzo.

Io per altro non ho potuto appurare se ciò abbiano domandato alla V. M., né pretendo saperlo. Solamente metto dinanzi agli occhi di V. M. che, se tutte le nomine de' canonicati dovessero farsi dall'università, e per conseguenza ogni nomina farsi col parlamento, oltre lo sconcerto del vedere nominati spesso soggetti meno degni, ne avverrebbero di più mille peccati di odi e di disunione, in ogni canonicato che dovrebbe provvedersi.

E questo pensiero, di vedere evitati tanti peccati, principalmente mi ha spinto ad umiliarle questa rappresentanza. E ciò solamente supplico la pietà di V. M. ad ordinare questo affare in modo, che si dia riparo agl'inconvenienti da me rappresentati.

Intanto, prostrato ai suoi piedi, mi dichiaro D. V. M.

Umilissimo ed ubbidientissimo vassallo

ALFONSO MARIA, vescovo di S. Agata de Goti.

Conforme all'originale che si conserva presso l'Emo Cardinale Guglielmo Sanfelice, arcivescovo di Napoli.

 




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos