Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

16. Alle Monache di Pocara.

Le avvisa che verrà da loro.

 

Scala, 13. 07. 1733.

 

Viva [ETML-M:U=“[“]G[esù] Giuseppe e Ma con Teresa

Figlie mie care in [ETML-M:U=“[“]G[esù] e Ma: già in Scala son pronto nel ritorno a venire a servirvi almeno per due o tre giorni, mentre o che fare in Napoli. Voglio ora da voi sapere se avete ottenuta per me la licenza dal Vescovo, perché in caso contrario potete farli scrivere dal Sig.r Delegato e mandarvi subito apposta per la lettera.

Queste Spose di G.C. di Scala si consolano con voi del bel fervore, con cui ho detto che seguitate a servire Dio e vi salutano. Vi benedico tutte una per una, e quando vengo, apparecchiatevi a non farmi sentire lotani.

Come l'altra volta vogliamo parlare di Dio e solo dell'amor suo e di Ma. Pregateli fra tanto e sempre per me e fatemi la carità sino alla fine di questo mese dirmi una litania a Mamma Ma secondo la mia intenzione per una grazia che voglio da Ma. Rispondetemi subito per questo corriere, e se occorre scrivermi appresso, mandatemi voi subito la lettera, acciò che mi regoli per il mio ritorno.

Sia lodato [ETML-M:U=“[“]G[esù] Giuseppe e M. a e Teresa

 

Testo secondo un antica copia giacente nell'A G redentorista di Roma.

Analisi della lettera fatta dal P. Andreas Sampers.

Pubblicata in Spicilegium Historicum, Roma, 10 (1962), pp. 205-206




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos