Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

77. A Giovanni Mazzini CSSS.

Lo nomina Procuratore nella lite con Francesco Contaldo.

 

Ciorani, 16. 10. 1748.

 

Per il presente mandato di procura1 per epistolam io qui sottoscritto, Padre D. Alfonzo Liguori, Rettore Maggiore della Congregazione del SS.mo Salvatore de' PP. Missionarij, non potendo essere di persona alle cose infrascritte, confidato perciò nella fede ed integrità del Molto R.do Padre D. Giovanni Mazzini2, il medesimo benché assente, siccome fusse presente, lo fo e costituisco mio Procuratore con tutta la potestà bastevole alle cose infrascritte, anco d'aggiungere ed a se attribuire qualsivogliano altre facoltà e potestà che li bisognassero per fare ed eseguire l'infrascritta transazione e colla clausola ut Alter Ego; ita che non manchi per mancanza di potestà o difetto d'intenzione e che la specialità non deroghi alla generalità né per contro, a potere in nome e parte di me predetto costituente stipulare istrumento di transazione, convenzione e concordia col Rev.do Sig.re D. Francesco Contaldo della Città di Nocera de' Pagani sopra le liti insorte col medesimo per la donazione fatta in beneficio di me predetto costituente e delli RR. PP. D. Giovanni Mazzini e D. Cesare Sportelli e successori per la fondazione della casa di Missionarij da stabilirsi in detta città. E con ciò possa il suddetto mio Procuratore stipularne publico istrumento per mano di publico notaro, e con tutti quelli patti, promesse, rinuncie, clausole e cautele, che a detto mio Procuratore costituito meglio pareranno e come meglio potrà convenire, sotto l'obligazione di me predetto costituente, miei eredi e successori e beni tutti presenti e futuri colle clausole del costo e precario, pena, rinuncia e giuramento infrascritte. Ed a maggiore cautela prometterne la ratifica fra competente termine; e finalmente far tutto e quanto potria fare lo predetto costituente, se vi fusse di persona, anco che fussero cose tali che richiedessero mandato più speciale o generale che nel presente non sta espresso

Promettendo il tutto aver rato &

Ciurani, li 16 8bre 1748.

Alfonso di Liguoro costituisco ut supra

Che la suddetta firma sia di propria mano del suddetto M.. Rev.do Padre D. Alfonso de Liguori e che sia Rettore Maggiore del SS.mo Salvatore, ne fo fede io Notaro Franc. Aniello Zampoli di Napoli, commorante in San Severino, richiesto ho segnato.

Sigillo notarile

Firma: Zampoli

 

La firma è autografa. Trascrizione secondo l'originale conservato in A G.

Analisi della lettera fatta dal P. Andreas Sampers.

Pubblicata in Spicilegium Historicum, Roma, 12 (1964) pp. 237-238.




1 L'atto notarile fu fatto il 31-X-1748.



2 Le parole Molto R.do Padre D. Giovanni Mazzini sono state aggiunte da altra mano.






Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos