Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

108. A Francescantonio Manfredonia, studente CSSR in Ciorani.

Perseveranza nella vocazione.

 

Nocera, 05. 10. 1755.

 

Al Dilettissimo in Gesù Cristo, Fratello CariS.mo D. Francesco Manfredonia del SS. Redentore

Viva Gesù Maria Giuseppe e Teresa

Noc. 8 Ottobre1

Figlio mio benedetto, sii mille volte benedetto. Dio sa la consolazione che ricevetti ierisera in legger la tua carissima. Ne ringrazio tanto Gesù Cristo e Maria SS. a cui ho tanto raccomandato in questi giorni la tua persona. Ora statti sicuro, che da oggi avanti io ti vorrò più bene di prima, e lo vedrai con l'esperienza.

Quel che ti prego, se mai non l'hai fatto, confessati ora in generale tutte le resistenze ch'ài fatte alla Volontà di Dio, e pensieri acconsentiti contro la vocazione, con cui hai posto a gran pericolo la salute eterna. Confessati e comunicati a ciò ti stringi più con Gesù Cristo. Vedi che il nemico non lascerà di tormentarti con la stessa tentazione dei parenti, avendoti veduto cedere; subito allora rinnova li voti, e : Gesù e Maria, e disprezza la tentazione, con dire: Io non voglio lasciare Gesù Cristo, ancorché ci avessi da morire. E non disapprovo che facci quel voto che mi scrivi.

Direi un'altra cosa, che ora scrivessi a tuo padre, il quale è restato dell'idea che non ci vuoi stare alla Congregazione, che gli scrivessi, dico, che si quieti, e che non ci pensi più; che voi non volete perdere la Vocazione, che ora maggiormente (puoi scrivere) il Signore con grazia speciale l'ha confermata.

Figlio mio, la grazia è stata grande; io ti vedeva quasi perduto. Ringraziane assai la Madonna, e raccomandati sempre ad essa, e pregala sempre che ti faccia essere fedele. Allegramente mentre il demonio s'ha pigliato tanto fastidio per te, e mentre Dio t'ha fatto ora una grazia così speciale, è segno che Dio vuole grandi cose da te; raccomandami a Gesù Cristo e scrivimi qualche volta.

Viva Gesù, Maria, Giuseppe e Teresa. Di nuovo ti benedico.

P. Alfonso del SS. R. re

 

Trascrizione secondo un'antica copia. Non si sa dove sia l'originale.

Analisi della lettera fatta dal P. Oreste Gregorio

Pubblicata nel Periodico S. Alfonso 7 (1936) p. 19.




1 Nocera dei Pagani. La data forse è il 5 ottobre 1755.






Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos