Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

109. Ad una novizia.

23 ottobre 1755/1756, Nocera

Viva Gesù, Maria, Giuseppe e Teresa

Scrivo di fretta, mentre il corriere vuol partire. Mi consolo assai e ringrazio Gesù Cristo che vi mantiene costante nella risoluzione fatta, risoluzione di cui sarete sempre contenta, in vita, in morte e per tutta l'eternità. Dico in breve: Quando vengono ora pensieri contro la Vocazione, subito andate ad offerirvi di nuovo in Chiesa al Sacramento, o pure in cella al Crocifisso. Frattanto ora non lasciate l'Orazione e le Comunioni, ed andate risolvendo d'imprende(re), quando sarete già Sposa del Crocifisso, una vita da Sposa, cioè da Santa. Orazione e mortificazioni assai. Cella povera. Sopportate i disprezzi di tutte, anche delle serve, questo importa più di tutto.

Perciò leggete il trattato del Rodriguez dell'Umiltà. Basta risolvete Voi, perché insieme poi anderemo aggiustando, e moderando le cose. Frattanto pregate Maria Santissima, e Gesù nella Comunione, e pregate che per Giugno mi ritrovi vivo. Resto

Viva Gesù, Maria, Giuseppe e Teresa

Umil.mo Servo

Alfonso de Liguori del SS.Red.re

Fotografia dell'originale in Archivio Generale dei Redentoristi, Roma.

Lettura del Documento del P. Th. Rey Mermet; revisione di Laura Torino, dicembre 1999.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos