Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

165. A Giuseppe di Domenico1, tipografo editore. Napoli.

Lo sollecita per la stampa delle Visite.

 

Nocera, 16. 12. 1761.

 

Viva Gesù Maria e Giuseppe

Nocera, 16 Dicembre 1761

Sig.re Giuseppe mio,

Il P. Ferrari fa fracassi per la Visita e volea pigliare qualche spediente che a V.S. sarebbe dispiaciuto, ed io l'ho trattenuto. Veramente ha ragione; saranno già nove mesi che V.S. lo va trasportando da mese in mese. Se dopo queste feste neppure vorreste sbrigare la Visita, io non saprò trattenere più il P. Ferrari.

Se sapevamo ciò veramente, avressimo data a stampare la Visita ad altri. Che potea fare più il P. Ferrari, che dire di volere mettere a spese sue il resto della carta?; e neppure con ciò ha potuto arrivarci. Vi prego a scrivermi che risposta gli ho da dare.

Viva Gesù e Maria

Umil.mo Servo

Alfonso de Liguori del SS. R. re

Indirizzo a tergo:

Al Sig. Giuseppe di Domenico

 

Solo la firma è autografa ed autenticata come di S. Alfonso dal P. Giuseppe Mautone, Procuratore Generale CSSR, Roma 21-II-1840; la lettera è scritta dal Fr. Francesco Romito (Fratello Francesco Antonio Romito (1722-1807), per molti anni al servizio di S. Alfonso, anche per la corrispondenza). Trascrizione secondo l'originale conservato in A G.

Analisi della lettera fatta dal P. Andreas Sampers.

Pubblicata in Spicilegium Historicum, Roma, 13 (1965), p. 9.




1 Giuseppe Di Domenico in quegli anni pubblicò varie opere di S. Alfonso. Cfr Spic. hist. 9 (1961) 218.






Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos