Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

172. Al Vicario Capitolare di S. Agata de' Goti.1

Sua nomina al vescovado.

 

Nocera, 27. 03. 1762.

 

Comunica la sua elezione a vescovo di S. Agata, nonostante la rinunzia presentata2. Domanda di inviare a Napoli, a casa di suo fratello Ercole, l'inventario delle cose lasciate dal suo predecessore3.

Viva Gesù, Giuseppe e Maria

R.mo Sig.re, Sig.re P.ne col.mo

Con questa mia umilissima le passo avviso della elezione fatta da N.S. di me per codesta Chiesa di S. Agata4. Io l'ho rinunciata, non stimandomi valevole a tolerarne il peso. Ma finalmente ho dovuto umiliarmi al volere divino, poiché S. S. non essendosi compiaciuta di esaudir le mie suppliche, anzi servendosi della sua autorità pontificia con formole troppo precise e di maggior peso, m'ha comandato che accettassi. Già ho accettato, e questo pensiero m'ha cagionata una tal turbazione che da sei giorni mi tiene fitto con febbre in letto.

Penso di partire per Roma subito che le mie indisposizioni e 'l tempo me 'l permettono5. Frattanto imploro l'efficacia delle orazioni sue, di codesti signori canonici e miei stimatissimi confratelli, clero e popolo. E pregandola di trasmettermi in Napoli una copia dell'inventario di tutte6 le cose lasciate dalla f. m. di Monsig. Danza, con piena stima mi dico

Di V.S. R.ma

Divotis.mo ed ob.mo Servid. V.o

Alfonso de Liguori V.o El. di S. Agata

Nocera de' Pagani, 27 Marzo 1762

[P. S. ] Quella copia farà grazia mandarmela nella casa del Sig. D. Ercole di Liguori, che abita dirimpetto al Palazzo di Sanfelice7.

 

Lettera autografa. -Trascrizione da una fotocopia dell'originale, conservata nell'Archivio diocesano di S. Agata, Miscellanea Antica, trasmessa in AG dal P. Th. Rey-Mermet nel marzo 1977.

Analisi della lettera fatta dal P. Andreas Sampers.

Pubblicata in Spicilegium Historicum, Roma, 25 (1977) p. 309-310, n. 15.




1 Vicario capitolare dopo la morte (11 II 1762) del vescovo di S. Agata, mons. Flaminio Danza, era l'arcidiacono della cattedrale Francesco Rainone.



2 Per la documentazione circa l'elezione di Alfonso e la sua rinunzia Cfr. Spic. hist. 9 (1961) 269-279.



3 Questo inventario non ci è conosciuto. In Analecta CSSR 22 (1960) 140-143 è stato pubblicato un «Inventario delle robbe portate» da Alfonso a S. Agata, redatto il 10 sett. 1762.



4 La parola definitiva dell'elezione venne pronunziata da Clemente XIII il 15 marzo 1762; cfr. Spic. hist. 9 (1961) 276. La notizia raggiunse Alfonso il 19 marzo; ibid, 288. Vedi anche R. TELLERIA, S. Alfonso M. de Ligorio, vol. II, Madrid 1951, 12-13.



5 Alfonso partì da Pagani l'11 aprile per Napoli e il 25 seg. raggiunse Roma. Ibid. 17-22.



6 La parola «tutte» è ripetuta nel testo.



7 Sul palazzo di don Ercole, fratello di Alfonso, sito all'angolo delle vie Arenaccia e S. Maria Antesaecula, vedi lo studio del p. Tellería in Spic, hist, 13 (1965) 115-120.






Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos