Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

232. A Remondini Giambattista. Venezia.

Copie dell'Apologia ricevute. Domanda il prezzo. Patuzzi.

 

S. Agata, 19. 05. 1765.

 

Finalmente dopo quasi due mesi ho ricevuta una sua1, con mia consolazione; ma poi sono restato sconsolato per due cause. Perché ho ricevuta la lettera con solamente l'ultimo foglio di Patuzzi2, e non ho ricevuta l'antecedente, dove ci stavano tutti l'altri fogli (come V.S. Ill.ma ha scritto). Ed ora specialmente questi fogli li stavo aspettando con grand'ansia. Dunque gli altri fogli antecedenti si saranno perduti per la via. Prego però V.S. Ill.ma subito, subito mandarmeli. Io dunque non ho altro di quest'ultima risposta di Patuzzi se non che quest'ultimo foglio O insieme col principio ed indice, ed insieme col primo foglio A che ricevei due mesi sono3.

Mi avvisa V.S. che mi manda le dediche4 ma queste neppure l'ho ricevute. Tanto che io vedendo la dimora di queste dediche da [st]ampare in Napoli insieme coll'approvazione regia5, affin [... ] in Roma al Papa ed ai Cardinali le Apologie da lei mandatemi6.

L'altra causa della mia sconsolazione è che a principio della lettera ella mi promette di trasmettermi il conto e il numero dell'opere di S. Tommaso7 che io desiderava per poterle mandare il danaro, ma abbiamo rivoltata più volte la vostra lettera con tutta l'aggiunta fatta, e questo conto non l'abbiamo trovato; onde la prego a mandarmelo subito questo conto, acciocché io possa trasmettergli il costo insieme col costo delle 206 Apologie8, delle quali per altro tengo la lettera di V.S. dove sta notato il prezzo, cioè lira 1 e 10, da cui (come mi scrive) dee dedursi lo sconto del 40 per cento9.

Mi avvisi ancora, come le scrissi, il costo dei tre Compendi o sian Supplimenti del P. Ferraris10; e mi avvisi se per questi tre Supplimenti vi è alcuno sconto, o no, perché questo prezzo l'ho da esiggere da altri, che mi han commesso di far venire questi Supplimenti.

Ella scrive che la mia Apologia è stata riconosciuta per invincibile, e così dicono qui anche gli altri che l'hanno letta11; ma il P. Patuzzi in quelli pochi fogli di lui che ho ricevuti vanta il contrario; e per quel che vedo tutte quest'altre sue risposte si riducono a parole. Si lamenta in quest'ultimo foglio che leggo che io non ho risposto all'altre sue opposizioni, ma io son andato a vedere la mia Apologia, ed ho ben trovato che v'ho risposto. Or dica quel che voglia, prima Dio e poi i dotti han da decidere questa causa.

Ho letto casualmente negli Avvisi di Pesaro (dico casualmente, perché io non ho tempo di leggere Avvisi) che ivi nel Pubblico Negozio si era pubblicata questa mia Apologia. Non si dimentichi di mandarla per diversi luoghi, ma specialmente a Napoli e a Sicilia, dove non v'è più timore perché già si è ottenuta l'approvazione regia.

In quanto alla Morale12 io speravo che già a quest'ora fosse cominciata a ristamparsi, sperando [che fo]sse terminata l'edizione dell'opere di Benedetto XIV13. Ora [... ] terminasi l'edizione norisiana14, bene, ma dopo ques[te] spero senza meno che cominci la mia [ETML-M:U="[]"]R[isposta]. Replico, aspetto quanto più presto i fogli consaputi di Patuzzi, cioè dal secondo sino al terzodecimo, cioè alla lettera N inclusive15.

E dippiù aspetto il conto dei tomi di S. Tommaso, e dei tre Supplimenti del Ferraris. Perché, in quanto alle dediche, mi servirò di queste che ho fatte stampare in Napoli.

Resto confermandomi...

PS. Aggiungo. Dietro l'Apologia ho stimato necessario di farvi un'Aggiunta per rispondere all'altro libro della Regola de' costumi16, che mi è uscito contro. Onde secondo il mio solito ne farò qui prima stampare poche copie, e subito vi manderò li due o tre fogli d'aggiunte che vi verranno. Mi avvisi V.S. se quest'aggiunte vuole anche stamparle ed aggiungerle all'Apologie che le saranno rimaste; me l'avvisi perché altrimenti io ne farò stampare qui altre più copie, e non quelle sole poche che avevo determinate17.

 

Lettera con autografo della sola firma; originale in RACCOLTA GAVIOLIANA, Villafranca (Modena).

Analisi della lettera fatta dal P. Giuseppe Orlandi.

Pubblicata in Spicilegium Historicum, Roma, 27 (1979), pp. 10-12.




1 Cf. Lettere Volume III, n. 152, pp. 248-250.



2 Su Giovanni Vincenzo Patuzzi (1700-1769), cfr. anche TELLERIA, San Alfonso Maria de Ligorio II, Madrid 1951, 293-305.



3 L'argomento di cui si parla è illustrato da DE MEULEMEESTER, Bibliographie génerale des écrivains rédemptoristes, I, La Haye-Louvain 1933, 127-128; TELLERIA, S. Alfonso, II, Madrid 1951, II, 293-305



4 Si tratta della dedica a Clemente XIII della Apologia, (cfr. nota 40). Cfr. anche Lettere Volume III, nn.. 146, 147, pp. 237, 240.



5 Cfr. DE MEULEMEESTER, Bibliographie génerale des écrivains rédemptoristes, I, La Haye-Louvain 1933, 127.



6 Apologia dell'illustrissimo e Reverendiss.mo Mons. D. Alfonso de' Liguori Vescovo di Sant'Agata de' Goti in cui si difende la Dissertazione del medesimo prima data in luce circa l'uso moderato dell'Opinione Probabile dalle opposizioni fattegli da un molto Rev. P. Lettore che si nomina Adelfo Dositeo [= G. V. Patuzzi]. L'opera venne edita da Remondini nel 1764 a Venezia, e nel 1765 a Bassano. DE MEULEMEESTER, Bibliographie génerale des écrivains rédemptoristes, I, La Haye-Louvain 1933, 127.



7 Cfr. Lettere Volume III, n. 137 p. 227, n. 151 p. 231, n. 144 p. 236, nn. 140-150 pp. 243-244, n. 152 p. 248.



8 Cfr. Lettere Volume III, n. 139 p. 228, n. 152 p. 249.



9 Nella lettera inviata da S. Alfonso il 5 VII 1759 a Remondini si legge che, per i libri venduti nel regno di Napoli dal Santo Dottore, l'editore accordava la percentuale del 25%. Ibid., 98.



10 Il Francescano p. Lucio Ferraris (1687-1763) era autore di Prompta bibliotheca canonica, iuridica, moralis, theologica..., Bologna 1746. L'opera, alla quale fu aggiunto un supplemento, ebbe varie edizioni. Cfr. H. HURTER, Nomenclator literarius, II, Oeniponte 1893, 1535; Dictionnaire de Droit Canonique, V, Paris 1953, 831.



11 L'argomento di cui si parla è illustrato da DE MEULEMEESTER, Bibliographie génerale des écrivains rédemptoristes, I, La Haye-Louvain 1933, 127-128; TELLERIA, S. Alfonso, II, Madrid 1951, II, 293-305.



12 Si trattava della sesta edizione della Theologia moralis, che in realtà vide la luce soltanto nel 1767. DE MEULEMEESTER, Bibliographie génerale des écrivains rédemptoristes, I, La Haye-Louvain 1933, 64-65.



13 Benedicti XIV... olim Prosperi cardinalis de Lambertinis opera omnia, tt. 15 in voll. 6, Venezia 1767. Tale edizione è segnalata da J. CARREYRE, in Dictionnaire d'histoire et de géographie ecclésiastique, VIII, Paris 1935, 166.



14 Probabilmente il riferimento era agli scritti del card. Enrico Noris (1631-1704), pubblicati a Bassano nel 1769 col titolo: Opera omnia theologica, tt. 3. Cfr. D. GUTIERREZ, N.E., in Enciclopedia cattolica, VIII, Città del Vaticano 1952, 1936.



15 Cfr. DE MEULEMEESTER, Bibliographie génerale des écrivains rédemptoristes, I, La Haye-Louvain 1933, 127-128.



16 G. GERBERON, OSB, Regole de' costumi contro le false massime della morale mondana, trad. di mgr G. BOTTARI, con appendice di A. MICHELI d. O., Napoli Simoni, 1764. Cfr. Lettere cit., 252, DE MEULEMEESTER, Bibliographie génerale des écrivains rédemptoristes, I, La Haye-Louvain 1933, 128; G. CACCIATORE, S. Alfonso de' Liguori e il giansenismo, Firenze 1944, 393, 406-407.



17 DE MEULEMEESTER, Bibliographie génerale des écrivains rédemptoristes, I, La Haye-Louvain 1933, 128.






Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos