Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

250. A Torreggiani Luigi Maria Cardinale, Segretario di Stato.

Facoltà di leggere l'opera De l'esprit.

 

Arienzo, 23. 04. 1766.

 

Eminenza

V. Gesù Maria e Giuseppe

Supplico la bontà di V.E. di dare questa mia a Sua Santità, ove la supplico d'una certa licenza, che mi serve per un affare della gloria di Dio. Non altro; e con ciò baciando l'orlo a V.E. della Sagra Porpora umilmente m'inchino.

Di V. Em.za

Arienzo 23 aprile 1766

(manu propria) Umilissimo, Div.mo ed obblig.mo serv. vero

Alfonso M. Vescovo di S. Agata de' Goti.

-Beatissimo Padre

Stando io per compiere un'Opera di molta gloria di Dio contra gli errori moderni de' Materialisti, Deisti, e Settarj1, che hanno infettati prima i Paesi Oltramontani, e poi sono passati ad infettare anche l'Italia, mi bisogna leggere un certo libretto intitolato Lo Spirito2 (picciolo di mole, ma pieno degli errori accennati) per rispondere alle false ragioni, e sofismi che contiene; e questo Libretto è quello, che al presente va in giro per le mani di molti. io ho cercato la licenza di leggerlo al Segretario dell'Indice, ma egli mi ha risposto, che vi bisogna il permesso proprio di Vostra Santità; onde domando a Vostra Santità questo permesso, e con ciò prostrato umilmente le bagio il sagro piede.

(manu propria) Umilissimo, ubbidientissimo, e divot.mo servo

Alfonso M. Vescovo di S. Agata de' Goti

 

Trascrizione secondo l'originale che si trova (anno 1933) nell'Archivio Segreto Vaticano, Vescovi, tom. 284, fol. 76 -La supplica al Papa si trova nello stesso luogo tom. 284, fol. 77.

Analisi della lettera fatta probabilmente dal P. O. Gregorio.

Pubblicata in Analecta, Roma, 12 (1933) 80-81.




1 Si tratta del libro Verità della Fede contro i materialisti...



2 Si tratta del libro De l'Esprit, che Claudio Adriano Helvezio (?) nel mese di agosto 1758 aveva anonimamente pubblicato, e che Clemente XIII il 31 gennaio 1759 aveva condannato con un Breve. S. Alfonso per confutare l'empio libro aggiungerà alla sua opera, Verità della Fede, la Confutazione del libro francese intitolato dello Spirito (De Meulemeester, p. 135)






Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos