Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

347. A Suor Maria Serafina Ruggieri, Napoli.

La consola per la morte del suo padre spirituale.

 

Viva Gesù, M. a e Giuseppe

Arienzo, a' 13 7bre 1774

Già so per via di Suor Maria Angela Rosa che il Signore vi ha privata del vostro padre spirituale. Sapevo ancora per detto della medesima, che V. R. ne stava afflittissima, ma deve sapere poi V. R. che quanto noi abbiamo di buono in questa terra, tutto ci viene da Dio; onde se Dio avea mandato a V. R. questo buon Padre spirituale, e poi lo stesso Dio glie l'ha tolto, perché dunque tanta afflizione?

Noi se vogliamo aver parte al paradiso, dobbiamo volere quel che vuole Dio; onde se Dio ha voluto togliere a V. R. quel che lui stesso vi avea dato, perché poi Lei non dee starne contenta? È vero che era la vostra guida spirituale, ma perché voi dovete stare uniformata alla volontà divina, dovete contentarvi e non affliggervi, poiché quello stesso Dio non mancherà di mandarvene un altro che come a quello e forse meglio vi guiderà per il paradiso.

Buona intenzione vi vuole per fare il bene e per amare Dio, che poi tutte le cose ci riescono facili e felici. Si quieti dunque e benedichi a Dio quella buon'anima, perché questa stando nel cielo non lascerà di pregare il Signore che vi mandi altra buona guida. Io non lascerò di raccomandarvi a Gesù Cristo, acciò voglia consolarvi e darvi il suo santo amore in tutto ciò che desiderate per utile e bene dell'anima vostra. Frattanto Lei raccomandi a Dio quella buon'anima e dicagli: Signore, voglio io quel che volete

voi.

Il ritratto che si ha fatto fare, può tenerlo nella sua camera, acciocché ricordandovi di tanti documenti che vi ha dati col vederlo spesso, potete ricordarvene sempre e ponerli in pratica. Secondo l'ordine vostro, io dirò le dieci Messe, e nel santo sagrificio pregherò per l'anima del vostro Confessore e per Lei. Seguite ad amare Dio, che questo dev'essere l'unico e solo bene nostro. La benedico e resto

Di V.R.

Devotissimo Servo

Alf.o M.a Vesc.o di S. Agata

 

Solo la firma è autografa. -La trascrizione è secondo la copia del 22-XI-1923 fatta dal P. Giovanni Raus sull'originale, allora conservato presso la Confraternita in S. Valentino, diocesi di Chieti (Abruzzi). Cf. Volume II, Lettera n. 781, con errore di data.

Analisi della lettera fatta dal P. Andreas Sampers.

Pubblicata in Spicilegium Historicum, Roma, 9 (1961) pp. 360-361.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos