Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

371. A Pio VI, Papa.

1775, ottobre/novembre

Io sono il meschino vescovo, che un tempo ha governato la diocesi di S. Agata, ma Vostra Santità con tanta benignità mi accordò la rinunzia di quella Chiesa per causa della mia età cadente e per le tante infermità, che mi aveano renduto inabile al governo. Di più la Santità Sua mi accrebbe la pensione, oltre di quella ch'io le richiesi. Di più mi donò la somma, che toccava a me di pagare per la bolla della pensione. Onde ben può comprendere quanto io viva obbligato alla Santità Vostra per le grazie compartitemi. Mi prendo l'onore di umiliarle il misero dono di queste due mie operette, sperando che restino onorate almeno di qualche sua occhiata in qualche giorno, nel quale si ritroverà più disoccupata.

Nello stesso tempo la supplico a proteggere la nostra minima Congregazione del SS.mo Redentore, approvata dalla f. m. di Benedetto XIV sino da quarantaquattro anni. Ella è composta di preti, che attendono colle missioni a coltivare la gente più abbandonata della campagna, per le montagne, pagliaia di pastori e per li villaggi più destituiti di aiuti spirituali. L'opera non può non essere cara al zelo che ha Vostra Santità per la salute delle anime. Io mi ritrovo superiore di questa Congregazione, onde umilmente la supplico a proteggerla nelle occasioni di poterla favorire. Resto intanto con tutto l'ossequio baciando il piede a Vostra Santità e supplicandola a benedirmi, umilmente m'inchino

Umilissimo ed Ubbidientissimo servo e figlio

Alfonso Maria de Liguori, vescovo

 

Pubblicata in “L'Italia francescana 32 (1956), pp. 411-412, nota 3 da Mons. P. Savio dell'Archivio Vaticano. - L'originale è nell'Archivio Vaticano, Vescovi 388, orig. Sul verso del foglio vi è la seguente annotazione: “Alphonsus de Ligorio Episcopus scripsit sine data. R[isposto] XVI calendas Decembris 1776.

 




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos